Mercoledì, 18 Ottobre 2017

OLTREPO PAVESE – POLEMICHE PER L’APPALTO AMBULANZE : “PURTROPPO LA CROCE ROSSA NON HA PARTECIPATO”

L’Azienda socio-sanitaria territoriale di Pavia in merito all’appalto vinto dalla First Aid One Italia di Pesaro e con  sede operativa a Bollate, per il trasporto dei pazienti negli ospedali della Provincia di Pavia , interviene con un comunicato stampa che fornisce la propria versione dei fatti. Fino a ieri, 14 Settembre, il servizio era effettuato dalle 25 Croci presenti nella nostra provincia. Il fatto che da oggi, 15 Settembre, non saranno più le Croci provinciali, ma la First Aid One Italia di Pesaro ad effettuare il servizio, ha innescato polemiche, in merito a questo l’Azienda socio-sanitaria territoriale di Pavia scrive :   

"Tutti sanno che le gare non possono essere costruite sulle esigenze degli operatori ma partono dalle esigenze dell’Ente e si rivolgono al mercato.

Quindi quando si parla di offerta anomala perché non rispondente alle capacità organizzative di un soggetto privato che vuole vincere, si sbaglia punto di vista e di partenza.

Se la gara và deserta significa che le esigenze dell’Ente non hanno incrociato le possibilità di svolgere il lavoro da parte degli operatori del mercato.

Di fatto così non è avvenuto. Un soggetto ha presentato una offerta.

Purtroppo la Croce Rossa, che ha raccolto a cartello le croci pavesi, non ha partecipato e forse avrebbe consigliato di non partecipare.

ASST non ha alcuna colpa in merito a crisi occupazionali dovute ad errate scelte imprenditoriali, ne è responsabile di far quadrare i conti di un soggetto privato quale la Croce Rossa.

Chi ha davvero a cuore i posti di lavoro, invece di lamentarsi, potrebbe sentire il nuovo operatore per vedere se sia possibile una loro ricollocazione.

Si conferma che la procedura di gara è stata svolta secondo il Codice degli Appalti ed è conforme alle Linee Guida regionali; inoltre non c’è stato nessun ricorso contro la stessa.

In merito al citato disinteresse verso gli operatori ed utenti, lo stesso è stato pienamente manifestato non da ASST ma dal Sig. Piacentini, quando ha risposto via mail che non avrebbe garantito il servizio nemmeno un giorno oltre la scadenza, nonostante la ASST avesse chiesto una disponibilità alla proroga perché la procedura selettiva si era allungata nei tempi per effettuare al meglio tutte le verifiche previste dal Codice degli Appalti sull’offerta presentata. Solo dietro sollecitazione ha poi derogato.

Giova inoltre rammentare che Croce Rossa per le sue sedi occupa anche spazi messi a disposizione dalla ASST, quindi l’interesse verso i volontari è sempre stato ed è alto, ma nel rispetto delle normative.

ASST intende fortemente coltivare ogni forma lecita di collaborazione con tutti gli operatori locali, ma non ha intenzione di tollerare la distorsione della realtà, volta a danneggiare l’immagine dell’istituzione per tornaconti imprenditoriali di chicchessia.

A conforto dei cittadini confermiamo che il servizio è stato progettato per essere migliore di quello erogato in precedenza e ASST vigilerà affinché lo stesso venga erogato come disposto nel Capitolato della procedura di gara."

giift

Leggi Il Periodico News - OTTOBRE 2017

Tecno_Serramenti_Intera fincoma copia-min bozza la sveglia il periodico news

  1. Primo piano
  2. Popolari