Venerdì, 13 Dicembre 2019

VARZI - “LE PRIMAVERE DI VARZI” L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL BERE

Nell’ambito degli incontri con la popolazione “LE PRIMAVERE DI VARZI”, organizzati da Asst di Pavia in collaborazione con il Comune di Varzi, il 23 e il 30 maggio alle ore 20:30 presso il Centro Terre Alte di Varzi in Piazza della Fiera, esperti, famiglie coinvolte e specialisti dell’Ospedale affronteranno quest’anno il problema del bere in due incontri dal titolo “L'insostenibile leggerezza del bere”. Gli esperti del problema “bere” dell'ASST di Pavia saranno il Dott. Vittorio Perfetti (Direttore U.O.C. Medicina Interna di Varzi), la Dott.ssa Raffaele Puce e il Dott. Vittorio Gazzaniga (Dirigenti Medici dell'U.O.C. Medicina Interna di Varzi), la Dott.ssa Flavia Favareto (Dirigente Medico U.O.S.D. Medicina Interna a indirizzo Dietologico di ASST Pavia) e la Dott.ssa Elisabetta Mauri (ServitoreInsegnante Club Alcologico Territoriale "Nuovi Orizzonti" di Broni). Agli specialisti dell'ASST di Pavia si affiancherà la testimonianza delle famiglie che porteranno la propria esperienza di vita e di cammino verso la sobrietà.

Il “bere”, non solo gli alcoolici ma anche birra, vino ed aperitivi, è una abitudine molto diffusa e affrontata purtroppo con troppa “leggerezza”. Questa attitudine sta contagiando un numero sempre più alto di persone, specialmente tra i giovani. Se eccessivo << ed il confine tra quantità accettabile e dannosa è molto sottile e troppo facile da passare >>, il bere genera problemi “insostenibili”, spesso irreversibili, non solo per il bevitore e per la sua salute, ma anche per le sue relazioni, con gli amici, la famiglia, il lavoro, la società intera. Di qui la necessità di fare chiarezza e di richiamare l’attenzione sui rischi del bere, tema di grande attualità che purtroppo è poco affrontato sui media, su internet e sui social, fornendo informazioni dirette e qualificate. Le due serate aperte al pubblico avranno per titolo:

• il 23 maggio "La insostenibilità psicologica e sociale"

• il 30 maggio "La insostenibilità per la salute, il danno".

Tutti i cittadini sono invitati a scoprire ciò che si nasconde “dentro” alla domanda che di norma il medico rivolge al paziente: “Lei beve birra, vino, aperitivi o alcolici?”.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari