Martedì, 26 Maggio 2020

OLTREPÒ PAVESE – CERVESINA - I DIRIGENTI DEL CIRCUITO TAZIO NUVOLARI SCRIVONO A GIOVANNI MALAGÒ, PRESIDENTE DEL CONI

I  dirigenti del Circuito Tazio Nuvolari di Cervesina, scrivono una lettera d'incoraggiamento e di ringraziamento al presidente del CONI.

"Ill.mo Presidente CONI - Dott. Giovanni Malagò -  

Gent.mo Presidente, il nostro pensiero, in questi giorni drammatici, va anzitutto a tutti gli operatori impegnati in prima linea: medici, sanitari, volontari, forze dell'ordine, amministratori locali.

Con molti di loro, abbiamo avuto l'onore di collaborare intensamente in questi anni di attività, apprezzandone lo straordinario valore umano e l'eccellente professionalità.

A tutti loro va il nostro incoraggiamento e il nostro, banale quanto sincero, "grazie". 

Sentiamo al tempo stesso anche il dovere di condividere con ottimismo, nonostante tutto, un invito, un monito, rivolto a tutte le Autorità che hanno oggi il difficile compito di gestire questa drammatica emergenza e che domani si ritroveranno a pianificare un' altrettanto complessa ripartenza. 

Nel nostro piccolo, con infinita passione.

"Ripartire dalla passione, un istante dopo ve ne sarà la possibilità di farlo, in assoluta sicurezza, banale scriverlo, per tutti i protagonisti in pista, nel paddock e sugli spalti.

Ripartire dallo sport, che è, da sempre, uno dei più bistrattati quanto efficaci mezzi di socializzazione, condivisione e confronto; quello sport che può e deve essere eccellente strumento di crescita fisica, mentale e umana.

Ripartire laddove ci si era fermati. Per rispetto agli sforzi, all'impegno e ai sacrifici di tutti; per coerenza verso i valori che lo sport, a qualsiasi livello, può e dovrebbe trasmettere.

Ripartire, appena sarà possibile, per dare un segnale di ottimismo, di ritorno, nonostante tutto, alla "normalità".

Ripartire perché il motorsport non è solo il nostro lavoro, il nostro business ma è anche e soprattutto la nostra passione, la nostra vita.

Ripartire per tornare a sentire quei motori che qualcuno ha spesso definito "chiassosi" e che oggi, in questo irreale e drammatico silenzio, sembrerebbero, a tutti, una dolce melodia.

Ripartire, al più presto, perché, come  insegna lo sport, è vietato arrendersi.

Con Stima

Giorgio Traversa

Michele Orione

Circuito Tazio Nuvolari"

L’Autodromo Tazio Nuvolari di Cervesina, meglio noto come Circuito Tazio Nuvolari, dedicato al pilota italiano omonimo, è uno degli impianti dedicati al racing più completi dal punto di vista dell’offerta di tracciati (con ben 5 tracciati tecnici).

L’impianto offre due circuiti. Il più piccolo, detto Nivolino, è totalmente indipendente dal principale ed è lungo 440 mt. Viene utilizzato per le minimoto, pit bike e Kart.

Il tracciato principale del Circuito Tazio Nuvolari è lungo ben 2.805 metri. Grazie all’allungo di 720 metri sul rettilineo principale, le vetture possono raggiungere una velocità fino a 272 km/h mentre le moto fino a 286 Km/h.

La pista, costante per tutto il tracciato a 12 metri, si allarga di 1 metro sul rettilineo principale per rendere più semplici i sorpassi (da notare che in questo tratto, considerando anche le banchine asfaltate la larghezza raggiunge i 16 metri). Sono presenti svariate vie di fuga asfaltate realizzate per consentire ai piloti alle prime armi di correggere eventuali errori di traiettoria prima di raggiungere le classiche vie di fuga in ghiaia.

Ottimo il bilanciamento delle curve a destra (6) e a sinistra (5). Le curve innestate in questa pista sono varie e vanno dal classico tornantino stretto al curvone medio veloce, offrendo diversi spunti per passaggi tecnici di varie difficoltà per divertire e enfatizzare il piacere al volante.

Il tracciato del Circuito Tazio Nuvolari è stato progettato per essere modulabile, con la possibilità dunque di utilizzare un versione intermedia da 1700 metri oppure la cosiddetta versione short da 900 metri. La peculiarità dei due tracciati è che possono essere utilizzati simultaneamente.

Il paddock principale del Circuito Tazio Nuvolari si sviluppa su una superficie di 11.200 metri quadrati, è totalmente asfaltato ed è irrigabile mobile. Ad esso si affianca il Paddock P1, per una superficie di altri 5.500 metri quadrati con annessa una pista in resina per i tes ABS, con impianto di irrigazione permanente.

Nelle vicinanze ha sede anche un’area dedicata interamente all’ Off Road, con percorsi ad hoc e ed esercitazioni personalizzabili in base alla tipologia di pratica da svolgere.

È di alcune settimane orsono la notizia che sono iniziati i lavori di ampliamento del Circuito Tazio Nuvolari, il nuovo tracciato del Circuito Tazio Nuvolari, a lavori ultimati, arriverà a misurare ben 5.251 metri. Questa diventerà così la seconda pista italiana per lunghezza, dietro solo a Monza (5.793 metri) e davanti a circuiti come il Mugello (5.245 metri) ed Imola (4.909 metri). L’ampliamento partirà dalla curva 6 ed andrà a ricongiungersi alla 11 con due nuovi importanti rettilinei ed un’impegnativa “S” nella parte finale.

  1. Primo piano
  2. Popolari