Giovedì, 27 Giugno 2019

CASTEGGIO - UNA FORATURA “INCHIODA” SCATTOLON AL 4° POSTO NEL 20° PREALPI MASTER SHOW

Per una malaugurata foratura, gli oltrepadani Giacomo Scattolon e Alessandro Zerbini con al Skoda Fabia R5 by PA Racing, mancano la grande festa sul podio del 20° Prealpi Master Show, seconda prova del Challenge Raceday Rally Terra 2018-2019. La gara é stata vinta dai padovani Nicolò Marchioro con Marco Marchetti alle note sulla Skoda Fabia R5, al termine di un rally impegnativo e incerto fino all’ultimo, che ha visto il riproporsi della rivalità su cui si è costruito tutto il Campionato Italiano Rally Terra 2018 con i trevigiani Mauro Trentin ed Alice De Marco, tutti sulla Skoda Fabia R5.

Dicevamo, gara impegnativa che ha messo i concorrenti in difficoltà su di una prova insidiosa, con uno sterrato ghiacciato che ha messo in difficoltà un po’ tutti. Il primo scratch l’ha messo a segno Nicolò Marchioro, di 3”6 più veloce di Trentin e di 5”9 di Scattolon. Il  copione non cambiava nel secondo passaggio, quando Nicolò Marchioro vinceva ancora davanti a Trentin di 2”7. Terzo era ancora il pavese Giacomo Scattolon: il podio assoluto pareva così stabilizzato. Signor, staccando il quinto tempo, risaliva in classifica portandosi settimo, dietro a Merli quarto, Christian Marchioro quinto e Andrea De Luna sesto.

Continuava la bella gara di Simone Romagna, che con la Lancia Delta Integrale che trent’anni fa portava Miki Biasion a vincere il Mondiale si piazzava ottavo nella generale. Nel terzo giro però cambiava il podio. Giacomo Scattolon e Alessandro Zerbini foravano prima della metà della prova la posteriore destra della loro Skoda, ed erano costretti a percorrere cinque chilometri su tre gomme. I 22”6 persi li facevano scivolare quarti, 7”5 dietro al nuovo terzo, Christian Merli. La prova era vinta da Trentin, che riduceva lo svantaggio fino a 4”2 dalla vetta. Molto staccato Merli, che chiudeva il giro con 24”9 di distacco dal leader. Poi, dopo Scattolon, erano tutti insieme: a 1” dal vogherese c’era De Luna, poi a 0”7 Signor, a 1”9 Christian Marchioro, Piccolotto a 1”5, Romanga a 1”2, Lorenzon a 0”4 e Trevisani a un solo decimo. Il quarto e ultimo passaggio sui 9,23 chilometri della prova “Master Show”, è stato decisivo.

La lotta che ha portato a Trentin il Tricolore Terra stavolta ha portato il Prealpi a Marchioro. A riprova di come la gara sia stata tirata, ecco che entrambi gli equipaggi stampano un 6’22”2 che porta in trono il padovano di Montagnana per 4”2: per lui è la prima vittoria a Sernaglia. Nel confronto per il terzo gradino del podio, Giacomo Scattolon e Alessandro Zerbini non riescono nell’impresa di soffiare il bronzo al campione delle cronoscalate Cristian Merli, che in coppia con Anna Tomasi sull’ennesima Skoda Fabia R5, porta a casa un risultato a dir poco eccezionale. Per Giacomo Scattolon, che il fondo sterrato non é ciò che si può definire il suo habitat naturale,  ha ottenuto il terzo risultato positivo in tre partecipazione: (8° assoluto e primo di classe con la Subaru Impreza Sti nel 2015; 2° assoluto e e 1° di classe con la Skoda Fabia R5 nel 2017, in entrambe le occasioni con Paolo Zanini alle note. Infine, il 4° posto sia assoluto che di classe di quest’anno in cui Scattolon, nonostante la sfortuna, ha mostrato le sue qualità.

di Piero Ventura

Il-periodico-FASTCON Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari