Lunedì, 27 Maggio 2019

ZAVATTARELLO - A VERNETTI-KALAJA E PERELLI-ROVEDA LA VITTORIA DI DIVISIONE

Trasferta positiva per Paviarally Club Autostoriche in quel di Chieri per la quinta edizione del Rally Grande Corsa - Memorial Nino Fornaca. Nella categoria Sport, la prestazione migliore é stata fornita dal driver di Zavattarello Flavio Vernetti coadiuvato sulla Mini Cooper da Valmir Kalaja. I due, dopo una gara in crescendo, grazie ad un colpo di reni sferrato sull’ultima prova speciale, agguantano  la vittoria nella quarta divisione ed un prestigioso 9° posto assoluto ai danni dei piemontesi Massimo e Matteo Migliore su Lancia Fulvia Coupè. Sempre per i colori Paviarally, al terzo posto in questa classe, troviamo il driver di Mezzanino Po, Carlo Verri navigato da Ventura sulla Fiat 125S, il quale, nonostante un avvio disastroso nella prima giornata di gara, con una buona rimonta, é risalito al 12° posto che, come detto, gli ha permesso di  salire sul terzo gradino del podio nella classifica di divisione, precedendo i favoriti, Pinna-Bottan.

Sedicesimo posto invece per l’Opel Manta GT/E di Germano Minotti e Fabiana Zago che ottengono il secondo posto nella divisione 8. Gara in salita per l’equipaggio di Zavattarello composto da Natalino Perelli e Giuseppe Roveda. Dopo un avvio brillante (7° tempo assoluto e primo di classe) i due sono stati attardati pesantemente dalla rottura del cavo dell’acceleratore della loro Fulvia Coupè 1600 HF. Grazie al lavoro della squadra assistenza formata da Matteo Fusetto, Daniele Sperandio e Marco Vecchi, il “dottore” ed il suo inseparabile co-driver, sono riusciti a riprendere la gara che alla fine li ha visti classificarsi al 17° posto assoluto e primi di divisione 5. Dopo due tentativi stoppati sul nascere da noie meccaniche (4 Regioni e Valli Piacentine), buono il debutto di Francesco Carrera al volante della A112 Abarth con alle note papà Rodolfo (ottimo rallysta ed ex trofeista con le “scorpioncine”), all’esordio in veste di navigatore. Sfortuna invece per Domenico Gregorelli e Francesco Castellazzi la cui Opel Manta C, é stata fermata da un guasto meccanico quando viaggiavano in decima posizione assoluta e terza di classe. In una gara molto bella, ottimamente organizzata dall’Associazione “Amici di Nino”, resa ancor più impegnativa da pioggia e nebbia, il Club pavese chiude la trasferta in terra piemontese con un risultato globalmente positivo, tanto da meritarsi la vittoria nella speciale classifica riservata alle scuderie. Nella graduatoria assoluta, dopo il terzo posto dello scorso anno e trai favoriti dell’edizione 2018, a primeggiare sono stati gli specialisti aostani, Luigi Lanier e Diego D’Herin con la Lancia Fulvia HF 1.6 davanti a Gianluca Ferrari e Andrea Lumello su Fiat 124 Sport. A completare il podio, la Renault Alpine A110 di Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini, abbonati ai “tre gradini” della gara chierese dopo esser saliti nel 2016 sul quello più alto e lo scorso anno sul secondo.

di Piero Ventura

Il-periodico-FASTCON Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari