Venerdì, 22 Marzo 2019

VOGHERA: ERMANNO SORDI E CLAUDIO BIGLIERI... “SE SON ROSE... FIORIRANNO”

Ermanno Sordi, imprenditore vogherese, si é avvicinato al mondo dei rally storici lo scorso anno in occasione del Rally 4 Regioni, schierandosi al via con la Porsche 911 SC, iscritto nella regolarità sport con al fianco Filippo Natino. L’esperienza non é fortunata e termina la gara forzatamente quando mancano solo due prove dalla fine. Si rifà a ottobre al Rally di Como Storico in cui, sempre con Natino e la Porsche SC, é ottavo assoluto e quinto di classe.

Chiude la stagione al Monza Rally Show Historic con Matteo Nobili sul sedile di destra della 6 cilindri di Stoccarda.

Inizia la stagione 2018 in terra di Toscana al Historic Rally Vallate Aretine con al suo fianco Margherita Ferraris Potino sulla 911 SC. Il risultato che ne consegue non é eclatante; seppure é alle prime esperienze, il 20° posto assoluto ed il 9° di classe non entusiasma l’imprenditore vogherese. Al successivo Valsugana Rally Historic, i due non migliorano la posizione assoluta ma limano 2 posizioni in quella di classe. Giunge il momento della gara di casa, il 4 Regioni, questa volta affrontato nella versione Rally Nazionale. Sordi-Potino partono forte chiudono il Circuito di Cecima al 2° posto assoluto. Le sei prove della seconda giornata di gara sono molto combattute, Sordi giunge sull’ultima PS in programma, la Golferenzo, occupando la quarta posizione ancora in lotta per un posto sul podio assoluto, ma la prova gli é fatale e il vogherese é costretto ad alzare bandiera bianca.

Al Lana Storico, Sordi-Potino sono quarti di classe. è poi la volta dell’Elba Storico in cui Sordi si schiera al volante della Porsche 911 RS con alle note Giuliano Santi. La partenza é tutta in salita. I due escono dalla PS1 in con il 48° tempo. Pensare di recuperare con tutti i migliori in campo é pura utopia, ma Sordi non demorde e prova dopo prova recupera ben 26 posizioni chiudendo al 5° posto di classe.

Ad ottobre torna a Como. Per l’occasione, al suo fianco c’é l’esperto concittadino Claudio Biglieri. Sulle strade lariane la Porsche vola e alla fine per loro c’é il 6° posto assoluto e la vittoria di classe. è poi la volta della Grande Corsa il 3 e 4 novembre a Chieri, ultima prova valida per il TRZ in cui, sempre con Biglieri al fianco sulla 911 RS, al termine di una gara impegnativa, segnata anche da un piccolo errore costato purtroppo parecchio tempo, ha concluso al 12° posto assoluto e al 4° di classe.

Un risultato che lo colloca al 7° nella classifica finale del Trofeo Rally 2018. Sulla gara piemontese di Sordi, Claudio Biglieri dice: «Prima esperienza su fondo estremamente viscido per Ermanno, malgrado ciò i tempi non erano male, infatti, pian piano aumentava il  feeling con l’auto e l’adattamento alla tipologia delle prove. Purtroppo sulla “Speciale” n° 6, c’é stata una banale scivolata che ci ha portato un fossetto laterale ad una curva lenta e sporca. La vettura non ha riportato alcun danno, ma nonostante il generoso aiuto del pubblico, abbiamo tribolato parecchio  per rimettere la Porsche sulla sede stradale per riprendere la gara e continuare a fare apprendistato su fondo difficile. L’inconveniente ci é però costato parecchio in termine di tempo pari a tre posizioni nell’assoluta e a due posizioni nella classifica finale di campionato. Tutto é comunque utile per fare esperienza e migliorare il feeling».

Claudio Biglieri, vogherese classe 1971, é sulla scena agonistica dal 1994 con all’attivo una novantina di gare disputate come navigatore e alcune come pilota in cui ha dimostrato talento. Trova il suo primo podio assoluto nel 1996 al rally dei Castelli di San Marino salendo sul 3° gradino del podio con Oriano Agostini e la Ford Escort Cosworth.

Negli anni a seguire, al fianco del driver di Broni Lorenzo Capelli sulla Peugeot 306, da vita ad un binomio capace di ottimi risultati fino ai primi anni 2000, quando inanella una lunga serie di ritiri, ben 30. Riassapora la gioia del podio assoluto al Moscato Rally del 2008 in cui é 3° al fianco di Massimo Brega sulla Fiat Punto S2000.

L’anno dopo, leggendo le note a Matteo Musti sulla Peugeot 207 S2.0, ottiene la sua prima vittoria assoluta al Rally Strade dei Mulini. Alla vittoria fa poi seguire il 2° posto, sempre con Musti sulla Citroen Xsara Wrc all’Appennino Reggiano ed un altro posto d’onore al Rally di Ferriere con Brega e la Clio S1600. Con Musti vince poi il Giarolo con la Peugeot 307 Wrc nel 2011 ed il 4 Regioni storico nel 2012 con la Porsche contribuendo alla conquista del titolo tricolore da parte di Matteo. A metà stagione, con Brega si ripete al Giarolo vincendo su Peugeot 207 S2.0 Sempre al fianco di Massimo Brega, Biglieri é primo al Valtidone nel 2014 e al Città di Stradella nel 2015, entrambe le vittorie ottenute con la Clio S1.6. Tradotta in cifre, l’attività agonistica da co-pilota di Claudio Biglieri, impegnato sia nel rallysmo moderno che storico, la si riassume in: 7 vittorie assolute, 5 secondi posti, 6 terzi posti, 18 volte sul podio assoluto, 22 volte nella top five e 33 presenze nella top ten. Tutto questo nonostante i 38 ritiri.

Il binomio Sordi-Biglieri, attualmente ha tutte le prerogative per avere un interessante sviluppo nel settore storico della prossima stagione.

Come si suol dire… “Se son rose... fioriranno”.

  di Piero Ventura

IL-PERIODICO-MEZZA-PAGINA-enel-coghera Il-periodico-FASTCON ADORNO-aprile Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari