Domenica, 12 Luglio 2020
 

VARZI- PREMIATI I PROTAGONISTI DEL TUSCAN REWIND E DELLA GRANDE CORSA

Non c’era posto meglio adatto per dare sfogo alla loro proverbiale goliardia ricca di amicizia e baccanali, se non il noto ristorante “La Compagnia delle Merende” di Varzi, per ospitare il commiato alla stagione sportiva 2018 appena conclusa. Partendo dal presupposto che uno non può pensare bene, guidare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene, é li che il Club Paviarally Autostoriche ha salutato i suoi componenti, protagonisti attivi dell’annata agonistica 2018.

Paviarally é anzitutto un club di amici che, amanti delle corse e della buona tavola, racchiude in se elementi in rappresentanza dell’intera provincia, iniziando dal capoluogo, capitale del regno longobardo e sede di una delle più antiche università italiane. Pavia è senza dubbio città dal passato importante, non solo storico e culturale, ma anche rallystico. Una ragione in più perché questo gruppo apprezzi anche la cucina pavese, ovviamente legata ai prodotti del territorio da cui emergono i piatti della tradizione: Zuppa alla pavese con uova e crostini, Risotto alla certosina, Anguilla alla borghigiana, varie pietanze a base di pesci del Ticino, Arborelle fritte, Rane fritte o in guazzetto, Zuppa di rane, Nervetti, Trippa alla pavese (buseca) ecc. C’é poi l’area territoriale della “Bassa pavese”, pressoché uniforme con un’altitudine media sul livello del mare di 65 metri e confina  con tre province: Milano, Lodi e Piacenza. Tra le tante cose, si possono gustare: Ossobuco con piselli, Risotto con fagioli borlotti, Zuppa di ceci con costine e Ragò. Non da meno la Lomellina, un mosaico di 60 paesi, interamente pianeggiante, in cui si coglie molto bene il mutare delle stagioni: bianca di brina o di neve in inverno, con il “mare a scacchi”, come viene definito lo straordinario specchio delle acque nelle risaie in primavera, calda e molto verde d’estate, e “dipinta” con mille tonalità di colori in autunno. Vigevano è il centro più importante arricchito in bellezza con la meravigliosa Piazza Ducale ed il vastissimo Castello visconteo. Mortara poi, è oggi un moderno centro, fiorente di attività agricole, industriali e commerciali, ma la sua fama rimane legata ad un prodotto gastronomico genuino e prelibato. Parliamo del salame d’oca e delle specialità culinarie legate a questo bipede, come i prosciutti ed i prelibati paté di fegato, preparati ancora con la cura e la genuinità di un tempo. Arriviamo in fine all’Oltrepò Pavese conosciuto anche come “Vecchio Piemonte”, una delle aree territoriali della provincia con caratteristiche proprie. Geograficamente si presenta come un cuneo di territorio dalla forma a grappolo, proprio come l’uva usata per i suoi vini sublimi e che si insinua fra l’Emilia e il Piemonte. Famosissimo per i salumi e la torta di mandorle di Varzi, la sua cucina é di ampia fantasia e varietà, spazia infatti da risotti con tartufi o funghi, sino al Nusat o la Schita, dalla salsa Duls e brusc, alle tagliatelle alla Santa Giuletta, al merluzzo con cipolle o al pregiato Stoccafisso, che i titolare del ristorante  hanno servito ai rallysti che ne hanno apprezzato la bontà. In questo contesto territoriale, la parte del leone l’hanno recitata gli equipaggi di Zavattarello iniziando dai tanti applausi riservati a Domenico Mombelli e Marco Leoncini, reduci da una prestazione maiuscola al recente Tuscan Reiwind Historic Rally, in cui “Russel Brooks e John Brown” come simpaticamente vengono soprannominati per la loro guida spettacolare dai colleghi di squadra, hanno fornito una prestazione eccezionale, da incorniciare. Pari trattamento é stato riservato  a  Flavio Vernetti e Valmir Kalaja unitamente a Natalino Perelli e Giuseppe Roveda, terminati tutti sul gradino più alto del podio nelle rispettive classi d’appartenenza al rally Grande Corsa a Chieri. Molto calore anche per Carlo Verri, Rodolfo e Francesco Carrera, Daniele Sperandio, Brunello Santi, Fabiana Zago, Germano Minotti e tanti altri ancora. L’occasione è stata propizia per redarre anche una bozza di programma in vista della stagione 2019 che vedrà Mombelli-Leoncini impegnati nel Campionato Italiano Rally Storici Terra, gare in cui ci sarà anche la partecipazione spot di Carlo Verri, mentre gli altri equipaggi hanno confermato il loro impegno nel settore della Regolarità Sport. Un momento toccante e molto gradito, é stato rappresentato dalla breve visita di saluto operata da don Gianluca Vernetti, da 12 anni titolare della parrocchia di Varzi.

di Piero Ventura

 
 
  1. Primo piano
  2. Popolari