Martedì, 18 Dicembre 2018

STRADELLA - RALLY ADRIATICO: “CAPOTTONE” PER DAVIDE NICELLI

Gli sterrati marchigiani sono un palcoscenico dolcissimo per Damiano De Tommaso, 22enne pilota di Ispra, che da adesso in avanti potrà vantare uno “scudetto” del rally. Grazie al secondo posto di categoria colto al 25° Rally Adriatico, De Tommaso ha infatti conquistato il titolo di Campione Italiano Junior, massimo riconoscimento giovanile del rallysmo nazionale con una prova d’anticipo. Al secondo posto provvisorio troviamo Andrea Mazzocchi in coppia con la rivazzanese Silvia Gallotti a pari punti (42) con il toscano Ciuffi vincitore a Cingoli.

La trasferta marchigiana ha fruttato però punti preziosi in ottica Trofeo Peugeot Top ad Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti i quali sono riusciti a conquistare un importante podio tra i trofeisti della casa del leone corrispondente alla quarta piazza di categoria, la R2B. Con la Peugeot 208 curata dalla Vieffecorse, il driver piacentino e la pavese Silvia Gallotti hanno raggiunto l’obiettivo principale che, data la scarsissima esperienza su terra, era quello di raggiungere il traguardo con il maggior numero di punti possibili; la vittoria della Power Stage nel corso della prima giornata di gara ha fruttato tre pesantissimi punti utili se non addirittura fondamentali all’economia della stagione; ora, con ancora il 2Valli da disputare, Mazzocchi è secondo in graduatoria con 50 punti: solo tre meno di Ciuffi. A Verona, tra un mese, tra scarti, Power Stage e gara, si profilerà il vincitore!

Sulla terra del Rally dell’Adriatico, Mazzocchi-Gallotti hanno mostrato grande crecita su questo fondo. Tempi di grande rilievo: 5 volte terzi, 3 volte secondi e come detto: vittoria nella Power Stage. Per loro, senza il problema alla frizione, sarebbe stata un’altra storia.

Un “capottone” invece, ha complicao ma non fermato la gara di Davide Nicelli, il quale, nonostante l’inconveniente ha portato caparbiamente a termine la gara. «è stata un rally davvero duro, proprio come avevo previsto - spiega il driver oltrepadano che ha corso con una Peugeot 208R2 del team ByBianchi, navigato da Mattioda – Nella prima giornata di gara stava andando tutto abbastanza bene, nonostante 10 secondi di penalità per una partenza anticipata. La seconda giornata di gara è stata invece un disastroso. Sulla prima prova speciale, dopo solo un chilometro, siamo volati fuori strada, capottando. Abbiamo perso tantissimo tempo, ma nonostante la vettura fosse parecchio danneggiata, siamo riusciti a proseguire e raggiungere il parco assistenza. Grazie al rapido e impeccabile lavoro del team, che é riuscito nell’audace impresa di rimettermi a nuovo la macchina, siamo ripartiti per le restanti prove, anche se ormai la classifica era compromessa. Guardiamo alla gara conclusa come ad un’occasione per fare esperienza sulla terra e per racimolare qualche punto in campionato: sesti dello junior, quarti del trofeo Peugeot e terzi tra le due ruote motrici. Ora si ritorna sull’asfalto al 2 Valli dove cercheremo di chiudere la stagione al meglio».

di Piero Ventura

IL-PERIODICO-MEZZA-PAGINA-enel-coghera Il-periodico-FASTCON ADORNO-aprile Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari