Venerdì, 16 Novembre 2018

VOGHERA – STRADELLA : L’OLTREPOVOGHERA NELL’UOVO DI PASQUA TROVA I 3 PUNTI “VEDE” LA SALVEZZA PIÙ VICINA

Serie D, girone A: VARESINA-OLTREPOVOGHERA / 0-1 (primo tempo, 0-0)

VARESINA (4-2-3-1): 1 Vaccarecci; 21 Manga, 38 Milianti, 26 Albizzati, 25 Leotta; 77 Giglio (40’ st 9 Shiba), 7 Tino; 17 Vitulli (26’ st 28 Martinola), 15 Osuji; 11 Caldirola; 33 Franzese (7’ st 10 Giovio). A disposizione: 22 Del Ventisette, 3 De Min, 9 Shiba, 14 Mella, 18 Morello, 19 Broggi, 23 Mavrov. Allenatore: Bettinelli.

OLTREPOVOGHERA (4-3-2-1): 1 Cizza; 2 Colombini, 5 Allodi, 6 Di Placido, 4 Bettoni; 3 Bertelli, 10 Duca, 8 Monopoli; 7 Coccu (16’ st 20 Maione), 11 Cominetti (42’ st 14 Tresca); 9 Bondi (26’ st 16 Aramini). A disposizione: 12 Larario, 13 Ghidini, 15 Repetto, 17 Lerta, 18 Marrulli, 19 Duma. Allenatore: Guaraldo.

ARBITRO: Virgilio di Trapani. Assistenti: Galimberti di Seregno e Moroni di Treviglio.

MARCATORI: 37’ st Cominetti (OV).

NOTE: Giornata: nuvolosa ma non fredda con pioggia caduta nel corso della mattinata. Terreno: in buone condizioni e decisamente ben erbato. Ammoniti: Osuji (V); Duca, Cominetti (OV). Espulsi: nessuno. Angoli: 6-5 per l’OltrepoVoghera. Recupero: pt 0', st 5'. Spettatori: 400 circa con rappresentanza rossonera.

VENEGONO SUPERIORE (VA) _ L’OltrepoVoghera riavvolge il nastro di un film già visto e alla fine trova i tre punti (fondamentali), come quelli ottenuti quasi un anno fa. L’anno scorso (9 aprile 2017), una doppietta di D’Aniello, una rete a testa di Zemide e Romano, confezionarono un 4-0 che a cinque giornate dal termine della stagione, segnarono definitivamente la corsa alla salvezza diretta. Il 29 marzo 2018, stesso risultato (vittoria), anche se non così roboante. Basta infatti il gol al 37’ di Martino Giovanni Cominetti, a digiuno dal 28 gennaio (trasferta di Casale), che realizza sul filo del fuorigioco (le immagini, alla fine, chiariscono però che la posizione era regolare) capitalizzando un assist di Maione e presentandosi solo davanti al portiere di casa, fulminando con un sinistro pennellato nell’angolo più lontano.

Tre punti che portano l’OltrepoVoghera a quota 40 a cinque giornate dalla fine, con tante antagoniste che rimangono alle spalle. Quanti punti serviranno per salvarsi direttamente non è dato a sapersi, ma la strada verso il traguardo, dopo i tre punti di Venegono Superiore, sul campo di una diretta concorrente come la Varesina, potrebbero valere, a un anno o quasi di distanza, il raggiungimento dell’obiettivo minimo ma anche primario, per una squadra giovane che ha gradatamente cambiato volto con l’avvento di mister Guaraldo in panchina, uscendo dall’empasse e mettendosi a fare punti qua e la, con regolarità estrema, e che ora vede l’orizzonte più azzurro. E’ la più bella sorpresa di Pasqua che la banda rossonera poteva trovare nell’uovo di un campionato duro e incerto e che sarà così sino alla prima domenica di maggio.

TORNA L’ALBERO DI NATALE – Il riutilizzo dopo la squalifica di Colombini, permette a mister Guaraldo di riproporre il 4-3-2-1, ovvero l’albero di Natale, con vertice alto Bondi (97) e dietro di lui Cominetti (98) e il rientrante Coccu. Centrocampo confermato con Duca (97) faro davanti alla difesa, interni Bertelli (00) e Monopoli (98). La difesa a quattro è composta dagli esterni Colombini (97) e Bettoni (anche lui ex anche se per pochi mesi), e dai centrali Di Placido e Allodi (per lui tre stagioni trascorse con la maglia della Varesina). Tra i pali c’è Cizza (97). Nutrito, come ultimamente capita, il numero degli assenti: Chimenti, Pozzi, Brega, Belluzzo e Guasconi. All’ultimo si è aggiunto il secondo portiere Re (00), rimpiazzato in panchina dallo Juniores, Lerario (99).

SCONTRO DIRETTO – La Varesina, dopo i due exploit consecutivi con Inveruno (0-1) e Casale (3-1), ha messo fuori il naso dalla griglia dei playout e oggi, con 36 punti (domenica ko per 2-0 in quel di Gozzano), sarebbe salva diretta, senza spareggi. Ha un punto in meno (36) dell’OltrepoVoghera (37). In casa ha fatto meno punti (15) che in trasferta (21), segnando invece più gol (15vs12), incassandone 14 contro i 23 in esterna. In totale 9 vittorie, 9 pareggi e 14 ko. Tra le mura amiche ha vinto solo quattro volte (Calcio Derthona, Castellazzo e Borgaro nel girone di andata), con il Casale in quello di ritorno. Lasciando invece strada libera a Caronnese, Borgosesia, Inveruno, Gozzano, Folgore Caratese, Como, Arconatese, Seregno e Chieri.

SI COMINCIA – Mister Bettinelli tiene inizialmente in panca Giovio e Shiba (non due qualunque). E un 4-2-1-3 per la Varesina (detti gli scoiattoli per via dello sponosr, la pasta fresca Scoiattolo). Come detto 4-3-2-1 per i rossoneri. Inizia “alto” l’OltrepoVoghera che pressa molto la Varesina in uscita di palla, conquistando due calci d’angolo consecutivi (2’) e poi un altro poco dopo (battuti sempre dal solito Duca). Quasi schiacciati nella propria metà campo (forse sarebbe meglio quasi dire area di rigore) i padroni di casa da un OltrepoVoghera molto convinto dei propri mezzi e partito con l’approccio giusto. Gara equilibrata. Capovolgimenti da una parte all’altra, ma sino ad ora poche (o zero) emozioni (26’). Non rischia nulla l’OltrepoVoghera che continua a stare molto alto e a ripartire per sorprendere la Varesina, grazie anche agli strappi del ritrovato Coccu. Al 32’ si infrange sulla barriera un destro su punizione di capitan Di Placido (fallo subito da Duca, ammonito nell’azione precedente). Al 44’ gran palla di Coccu in area per Bondi che in scivolata non arriva a colpire la palla di quel che poteva bastare per superare la resistenza dell’estremo difensore Vaccarecci. Ottima la diagonale in percussione di Coccu, al rientro dal primo minuto dopo l’infortunio muscolare. Non scade quasi il 45’ che il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi per rinfrescarsi e riordinare le idee. Primo tempo molto tattico, equilibrato, con rare occasioni. OltrepoVoghera molto intraprendente, Varesina sulla difensiva e con fiammate soprattutto quando la palla arriva tra i piedi di Osuij che cambia passo e cerca di creare sovrapposizione in mezzo al campo.

SI RIPARTE – Nessun cambio. Sempre 4-3-2-1 per l’OltrepoVoghera e 4-2-3-1 per la Varesina. E sempre OltrepoVoghera che gioca alto e preme nella metà campo avversaria. Non cambia il canovaccio rispetto al primo tempo. L’OltrepoVoghera gioca alto, pressa e attacca. Al 16’ via Coccu (positivo il suo ritorno) e dentro Maione. In precedenza, la Varesina ha giocato la carta Giovio (7’) al posto di Franzese. Al 23’ Di Placido, servito in area, prima salta di testa poi ci prova di piede con il destro, palla bloccata in due tempi dal portiere di casa e sfera che tocca anche il palo. Al 26’ pallone in mezzo all’area di Giovio, arriva Caldirola di contro balzo, palla ribattuta. La Varesina ora ha preso più coraggio e attacca di più, alzando il ritmo. OltrepoVoghera costretto invece ad abbassarsi. Forse un po’ stanco, dopo tanto lavoro nel primo tempo. Mister Guaraldo al 29’ toglie l’attaccante Bondi per un centrocampista esterno, Aramini. Cominetti fa la prima punta, con Aramini e Maione che agiscono alle sue spalle, il primo a sinistra alto e il secondo a destra alto (dove prima giostrava Coccu). Rimane 4-3-2-1. Squadre più lunghe e capovolgimenti da una parte e dall’altra. Su angolo di Giovio (35’) mischia in area rossonera, risolve Cizza in uscita. Ma nasce la rete che decide il match.

COMINETTIIIIII – Al 37’ l’OltrepoVoghera va infatti in vantaggio. Tutto nasce da un’azione laboriosa e da un calcio d’angolo battuto da Giovio della Varesina. Palla ribattuta dalla difesa rossonera, ancora la Varesina che getta in avanti la sfera, capitan Di Placido salta di testa e innesca a metà campo, sull’estremo settore di destra, il centrocampista Maione, il quale non ci pensa due volte: alza lo sguardo e gioca l’imbucata per Cominetti. L’attaccante dell’OltrepoVoghera (rivedendo le immagini a fine gara) è tenuto in gioco (e quindi non sarebbe in fuorigioco) dal n. 21 in tenuta gialla, Menga. C’è un tentativo di intervenire sulla traiettoria della palla da parte di Leotta (che non riesce, anche se l’assistenti, negli spogliatoi, ammetterà invece di aver visto il tocco a prolungare il pallone e quindi secondo lui a tenere in gioco Cominetti). Il pallone, a quel punto, con l’azione che si sviluppa, è saldamente sui piedi di Cominetti che avanza, si aggiusta la sfera, decide di portarsela sul sinistro (il suo piede preferito è comunque il destro), attende l’uscita del portiere Vaccarecci che copre il primo palo alla sua sinistra. Cominetti aggiusta la mira e calcia invece sul palo più lontano, quello alla destra dell’estremo difensore. Traiettoria perfetta, con palla che va ad infilarsi nell’angolo. Rossoneri avanti 1-0. Cominetti esulta, correndo, sotto la tribuna, incrociando lo sguardo del papà, seduto sui seggiolini, anzi in piede a festeggiare la rete del figlio che torna al gol dopo le due reti segnate con il Pavia (23 dicembre scorso) e nella trasferta di Casale (28 gennaio 2018). Cominetti giunto nel mercato di dicembre, dalla Caronnese.

CINQUE DI RECUPERO – L’OltrepoVoghera, galvanizzato, resiste agli attacchi della varesina che cerca il tutto per tutto. I padroni di casa, con l’ingresso anche della prima punta Shiba, sono in campo con un 4-2-4. Mister Guaraldo toglie uno stremato Cominetti, immettendo dopo Maione e Aramini, anche Tresca. Il quale va a fare la prima punta, rientrando sul centrocampo, e dando man forte alla squadra che riparte ad ogni occasione tenendo lontano ogni sorta di pericolo. L’impressione è che l’OltrepoVoghera stia ancora bene in campo, la Varesina è stremata ma non vuole cedere l’onore delle armi. Invece finisce come l’anno prima. Con l’OltrepoVoghera che celebra un altro successo in quel di Venegono Superiore che potrebbe essere decisivo nella volata per ottenere la salvezza diretta (senza playout). Si rammarica la Varesina, alla decima sconfitta casalinga.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPO A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

IL-PERIODICO-MEZZA-PAGINA-enel-coghera Il-periodico-FASTCON ADORNO-aprile Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari