Domenica, 21 Ottobre 2018

VOGHERA - PIOGGIA BATTENTE ALTERNATI A MOMENTI DI PIOGGIA MENO INTENSA. COSÌ LA VITTORIA SFUMA...MA L’OLTREVOGHE NON MOLLA

Serie D, girone A: OLGINATESE-OLTREPOVOGHERA / 1-1 (primo tempo, 0-1)

OLGINATESE (3-5-2): 1 Iali; 5 Narducci (1’ st 17 Cataldi), 4 Carlone, 2 Calloni, 3 Menegazzo, 8 Valenta, 7 Calviello, 10 Tchetchoua (26’ st 16 Cortesi), 6 Caputo (23’ st 19 Fabiani); 9 Canalini, 11 Tremolada. A disposizione: 12 Merone, 13 Rossini, 14 Passoni, 15 Nasatti, 18 Lacchini, 20 Todeschini. Allenatore: Arioli.
OLTREPOVOGHERA (4-3-2-1): 1 Cizza; 2 Colombini, 6 Di Placido, 5 Allodi, 4 Bettoni; 3 Bertelli (28’ st 18 Aramini), 10 Duca, 8 Monopoli; 7 Maione (28’ st 16 Chimenti), 11 Cominetti; 9 Bondi. A disposizione: 12 Re, 13 Brega, 14 Tresca, 15 Repetto, 17 Guasconi, 19 Pacenza, 20 Duma. Allenatore: Guaraldo.

ARBITRO: Turrini di Firenze. Assistenti: Bernasco e Marseglia di Milano.

MARCATORI: 18' pt Di Placido (OV), 35’ st Canalini (O).

NOTE: Giornata: nuvolosa con pioggia battente. Terreno: scivoloso e allentato. Ammoniti: Canalini, Cortesi (O); Maione, Colombini (OV). Espulsi: nessuno. Angoli: 6-2 per l’OltrepoVoghera. Recupero: pt 1', st 4'. Spettatori: 250 circa.

OLGINATE (LC) _ Domina per lunghi tratti. Va in vantaggio con il quarto centro in campionato del suo capitano, Marco Di Placido, che di testa spizzica in rete un angolo calibrato in area di Duca. Con lo stesso Di Placido sfiora il 2-0 su punizione. Il tutto nel primo tempo. Nella ripresa coglie un altro clamoroso palo (come contro la Folgore Caratese una settimana fa, autore Maione), questa volta con Monopoli. Così dal possibile 2-0 (33’ della ripresa) all’1-1 (al 35’) con una magistrale punizione a giro sul palo più lontano, di Casalini. L’Olginatese, al di la di una naturale reazione nella ripresa, ha costruito pochissimo. L’OltrepoVoghera ha giocato un primo tempo magistrale e anche nella ripresa, pur abbassandosi un po’ troppo, ha avuto sul destro di Monopoli, la palla del match-ball. Averlo lasciato, nella conca piovosa di Olginatese due punti (su tre a disposizione), non fa altro che aumentare il rammarico di un’impresa mancata. Stare a 38 punti, avrebbe voluto dire lasciarsi dietro bel 7 squadre e soprattutto salire a +4 sulla griglia dei playout. Invece, con l’1-1, la strada verso la salvezza diretta, rimane ancora in salita. Domenica arriva il Como, al Parisi. Quindi nel turno infrasettimanale di Pasqua (giovedì 29 aprile), la trasferta sul campo della Varesina. La giostra dell’orrore gira sempre a mille. Ma sale la consapevolezza che questa squadra, pur tra le ovvie difficoltà, cresce di prestazioni in prestazioni, corre, mette in apprensione gli avversari, che affronta a viso aperto, non lasciando mai nulla di intentato. Fatica sempre a fare gol, e soprattutto a trovarlo con i suoi attaccanti che si dannano l’anima, ma non trovano mai la breccia giusta.

4-3-2-1 e 4-3-3 – Dipende dalle due fasi: non possesso e possesso. L’OltrepoVoghera, per questo finale suggestivo di campionato, adotterà un 4-3-2-1 che si mischierà con un 4-3-3. Davanti a Cizza (97), difesa a quattro: Colombini (97) e Bettoni, esterni di fascia. Allodi e capitan Di Placido, centrali. A metà campo: Duca (98) regista basso, Monopoli (98) interno sinistro, Bertelli (00), interno destro. A ridosso dell’attacco, Cominetti (98) a sinistra, Maione (98) a destra. Unica punta, Bondi (97). Conti alla mano, poi, sono sempre 8 gli Under fissi in campo (altro che quattro…). E se si osserva la panchina, si scopre tanta altra “beata gioventù”.

SCONTRO DIRETTO – Primo della serie dei quattro in calendario, anche se vedremo più avanti se anche il derby con il Pavia della penultima giornata, potrà o meno rientrare in questa modalità. Olginate campo caldo. L’Olginatese ha 34 punti in classifica (14 a domicilio, 20 in trasferta), uno in meno dei rossoneri. All’andata fu 0-0, con poche emozioni. Sette vittorie, 13 pareggi e 10 sconfitte, con 27 gol fatti e 32 incassati. L’ultimo acuto casalingo con i 3 punti risale alla penultima di andata (2-1 al Calcio Derthona, domenica 10 dicembre 2017).

SOTTO L’ACQUA – Pioggia battente, scrosci d’acqua forti alternati a momenti di pioggia meno intensa. Terreno scivoloso e allentato. Ma si comincia e quando il direttore di gara fischia l’avvio per fortuna non piove. Subito Olginatese (3-5-2). Angolo dalla destra (3’), colpo di testa di Narducci in piena area, Bertelli sul palo alla sinistra di Cizza, ferma la traiettoria e rilancia il pallone. Sull’affondo successivo, l’OltrepoVoghera guadagna (4’) un calcio d’angolo battuta da Duca. In area salta Allodi, contrastato a dovere, il quale non riesce a indirizzare la sfera verso la porta. Al minuto 8’, Maione conquista palla sulle ripartenze dei bianconeri, si allarga e con il sinistro calcia dai 25 metri, palla fuori non di molto alla sinistra di Iali. Insiste (sempre a sinistra), l0Olginatese. Palla in area a Tremolada che cerca di sgusciare (15’), poi tira, Cizza è pronto alla parata a terra.

IL CAPITANO – Al 18’ l’OltrepoVoghera la sblocca. Calcio d’angolo battuto dalla destra dal solito Duca, sul primo palo salta meglio di tutti Di Placido, palla spizzata sull’altro palo che si infila imparabilmente. Rossoneri in vantaggio. Quarto centro9 in campionato per il capitano, dopo le reti con Castellazzo, Borgosesia (rigore) e Bra (eurogol).

PIU’ ROSSONERO – Galvanizzato anche dal gol, l’OltrepoVoghera controlla la gara, assume le redini del gioco, pressa alto e ripartenze sempre in velocità. L’Olginatese gioca più bassa, più per linee orizzontali e per ora non riesce a creare grattacapi alla retroguardia rossonera. Al 40’ l’OltrepoVoghera sfiora il 2-0. Punizione dai 25 metri, toccata corta da Duca a Cominetti, quindi fucilata con il destro di Di Placido, Iali è prontissimo a deviare sulla sua sinistra. Dopo 1’ solo minuto di recupero, squadre all’intervallo. OltrepoVoghera meritatamente in vantaggio.

OLGINATESE CI PROVA – Costretta dallo svantaggio ad uscire più allo scoperto, l’Olginatese alza il baricentro e aumenta il ritmo delle giocate. L’OltrepoVoghera non rischia, ma si abbassa troppo e fatica più del previsto, a ripartire. All’8’ c’è una furibonda mischia in area rossonera, cadono a terra due giocatori in maglia bianconera, ma l’arbitro non ravvisa 8giustamente) nulla di irregolare. Al 14’ Bondi preferisce non servire dentro l’area Cominetta, sferrando un destro a giro da fuori che termina a lato di poco. Al 15’ ancora l’OltrepoVoghera che insiste. Ribatte la difesa di casa, Monopoli carica il destro da fuori area, Iali devìa in calcio d’angolo. Al 20’ sempre l’OltrepoVoghera dentro l’area dell’Olginatese. Traversone ampio dalla destra di Cominetti, sul secondo palo Monopoli vede il taglio in area di Bondi, di testa prova a servirlo, palla che rimbalza con Iali che capisce tutto ed uscendo dai pali, fa sua la sfera.

ANCORA UN PALO – Come una settimana fa con la Folgore Caratese (in avvio Maione calcia con il sinistro da dentro l’area cogliendo la base del palo alla sinistra del portiere), questa volta tocca a Monopoli, imbucato dentro l’area da Cominetti che aveva innescato9 il contropiede, a cogliere il palo alla destra di Iali, con il portiere proteso in tuffo a coprire il palo opposto. Sarebbe stato il 2-0 per i rossoneri. Invece…

NASCE L’1-1 – E invece, 2’ minuti più tardi, l’Olginatese pareggia. Prima conquista una punizione a sinistra fuori dall’area (intervento falloso di Colombini). Il pallone andrebbe posizionato molto più vicino alla linea del fondo, invece Casalini, con molta malizia, lo riporta indietro rispetto all’esatta posizione del fallo, di qualche metro. Da quella zona di campo, Casalini vede meglio la visuale della porta. Parte e finta la palla a giro. In area c’è di tutto, ma la sfera è più alta di tutte le teste pronte a saltare e con una parabola a giro e ad effetto, si va a infrangere all’incrocio alla sinistra di Cizza, rimasto fermo o quasi tra i pali e coperto da quella moltitudine di giocatori. E così l’Olginatese, a 10’ dalla fine, recupera il risultato e coglie il pari.

L’OLTREVOGHE NON MOLLA – I rossoneri non sembrano però accusare il colpo. Provano ad affondare di nuovo, alzando meglio il baricentro e cercando con gli esterni (in particolare a sinistra Bettoni), di portare palla per arrivare dentro l’area avversaria. Al 48’, nasce una punizione da fuori area sul settore di sinistra. Duca potrebbe mettere palla dentro a giro, invece preferisce calciare sul palo più vicino, ma la traiettoria è alta sopra la traversa. Anche nel recupero l’OltrepoVoghera insiste, ma finisce così, 1-1, sotto la pioggia tornata a scendere copiosa nel finale di gara. Peccato. Perché sarebbero stati tre punti meritati.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPO A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

IL-PERIODICO-MEZZA-PAGINA-enel-coghera Il-periodico-FASTCON ADORNO-aprile Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari