Domenica, 19 Gennaio 2020

VOGHERA -CIRCOLO TENNIS DLF «RISULTATI NOTEVOLI, CHE NON CI ASPETTAVAMO»

Enrico Erbi, 45 anni, è il Presidente Del Circolo Tennis DLF Voghera. Dalla nascita del Circolo, nel 2011, affianca la sua attività di Direzione avvalendosi della collaborazione del Maestro Nazionale e Direttore Tecnico Gino D’Angelo e del Maestro di 2^ livello Carlo Marone. Nella scuola SAT, operano le istruttrici di 1^ livello Alessandra Polese e Daniela Dindalini, che è anche in possesso di Qualifica Federale.

Erbi, quando è nato il Circolo Tennis DLF Voghera, e a che pubblico si rivolge?

«Il circolo Tennis DLF Voghera nasce nel 2011, e comprende un pubblico che va dai bambini agli adulti».

Qual è la vostra base operativa?

«La nostra sede è situata in Via Arcalini al civico 4.  Abbiamo 3 campi in terra rossa e due campi coperti per allenarsi nel periodo invernale, da Settembre ad Aprile».

Come sono divisi i corsi?

«I corsi sono sostanzialmente divisi in 3 categorie: agonistica, pre-agonistica, scuola SAT ( a sua volta suddivisa in avviamento e perfezionamento)».

Chi sono gli allenatori?

«Il Direttore Tecnico è il Maestro Nazionale Gino D’Angelo, già allenatore di giocatori e giocatrici di livello Nazionale e Internazionale; Martina Caregaro, convocata in Ted Cup e n.300 nel mondo, che si occupa dell’agonistica e della stesura dei programmi della Scuola SAT, coordinata dall’istruttore di 2^ livello Carlo Marone. Nella scuola SAT operano le istruttrici di 1^ livello Alessandra Polese e Daniela Dindalini, che oltre alla qualifica Federale è in possesso della Laurea in Scienze dell’Educazione».

Come si sviluppa la lezione, sia a livello di contenuti che di frequenza?

«Normalmente, la frequenza è monosettimanale o bisettimanale. All’inizio di ogni mese vengono stabiliti, per ogni lezione o periodo, degli obiettivi tecnici, tattili e motori che possono essere rivisti se gli istruttori si accorgono che il gruppo o il singolo incontra delle difficoltà nell’apprendimento o se, viceversa, la ricezione dei concetti avviene in maniera più rapida di quanto previsto».

Quanto costa iniziare la disciplina? Sono previste prove gratuite?

«Sì, è prevista una prova gratuita. Il costo del corso annuale monosettimanale (da Ottobre a Maggio) è pari a 400 euro. Per bambini e ragazzi, c’è la possibilità di organizzare corsi individuali o di gruppo».

Il Tennis ha una percentuale di iscritti a prevalenza maschile o femminile?

«Ha una maggioranza di iscritti maschili».

è uno sport adatto anche ai bambini? Se Sì, qual è l’età migliore per iniziare?

«A livello amatoriale, non c’è un’età precisa per avvicinarsi a questo sport, si può iniziare a qualsiasi età. A livello agonistico, è meglio iniziare da bambini. L’età giusta si aggira fra i 4 e i 7 anni».

Com’è il rapporto che si instaura tra maestro e allievi?

«Alla base di ogni rapporto dev’esserci fiducia e comprensione reciproca. Sta agli insegnanti trovare il giusto metodo, considerata l’età generalmente molto giovane dei partecipanti ai corsi, personalizzando gli interventi, dove apprendimento e gioco si sovrappongono creando un mix stimolante per l’allievo».

Come vede proiettata in futuro questa disciplina, sia a livello locale che nazionale?

«In Italia il Tennis è in costante crescita, sia come numero di praticanti che di società iscritte alla Federazione e ai vari enti di promozione del C.O.N.I. Un impulso decisivo è stato dato sicuramente dalla tv, che permette quotidianamente di seguire le partite dei vari tornei».

Come vi siete qualificati negli ultimi campionati Regionali e Nazionali?

«Abbiamo raggiunto risultati notevoli, che non ci aspettavamo. Alessandra Polese, nostra istruttrice, ha raggiunto il Ranking Nazionale e una prestigiosa classifica di 2.5, trionfando in Tornei Nazionali in tutta Italia e cimentandosi anche in Tornei Internazionali. I più giovani, Nicolò Angeleri e Eeleonora Rescia, hanno migliorato sostanzialmente la loro classifica. Storica la promozione in Serie C della Squadra femminile; ottimo il comportamento anche per i Team Nazionali maschili, impegnati nelle varie manifestazioni Regionali».

Chi, secondo lei, rappresenta un modello da seguire?

«I modelli da seguire per ogni giocatore e giocatrice sono diversi. Sicuramente tra i più gettonati in campo maschile, Roger Federer e Rafael Nadal; in campo femminile le sorelle Williams, Simona Halep e Marija Sarapova».

Avete rapporti con l’amministrazione comunale?

«No, non abbiamo rapporti con il Comune perchè il Circolo Tennis DLF Voghera  è un organo a sè».

In che modo vi finanziate?

«Con la A.S.D., le quote sociali e quelle relative all’affitto dei campi».

Organizzate delle attività collaterali all’interno del Circolo?

«Sì, organizziamo le competizioni in Primavera, periodo in cui l’Associazione iscrive i propri soci e crea delle squadre, giocando i Campionati. Inoltre abbiamo la possibilità di richiedere lezioni private e programmi di allenamento personalizzati, oltre alla fisioterapia e alla sala giochi gratuita con bar e vari attrezzi».

di Federica Croce

  1. Primo piano
  2. Popolari