Giovedì, 19 Ottobre 2017

TAGLIANI, IL PILOTA DEL BRALLO È ARGENTO SUL MONTE BIANCO

Con sei vittorie nelle altrettante prove speciali in programma, Elvis Chentresi è aggiudicato la prima edizione del Rallye des Alpes du Mont Blanc, che si è svolto sabato 2 settembre con partenza e arrivo a Verres. Chentre, navigato da Igor d'Herin, ha dettato legge a bordo della Hyundai i20 R5. Alle spalle dell'equipaggio locale ottima la prestazione di Michele Tagliani, affiancato da Enrico Risso sulla Ford Fiesta R5.

Il pilota del Brallo si è confermato veloce e spettacolare, molto bravo a non incappare nei tranelli che le accattivanti prove della bassa Valle d'Aosta proponevano. Alle spalle del driver pavese c’è stata grande bagarre per la terza piazza, con il torinese Patrick Gagliasso, affiancato dal giovane saluzzese Enrico Ghietti, che ha saputo rimontare il divario che lo aveva separato inizialmente da Fabrizio Denchasaz, con Michel Ussin che ha pagato la ruggine per i due anni di inattività.

Gagliasso, che ritrovava la Škoda Fabia R5 con cui ha vinto in primavera il Rally del Tartufo, ha ancora una volta dimostrato una grande costanza di prestazioni, prendendosi la soddisfazione di chiudere per ben due volte con il secondo miglior tempo assoluto dietro il siderale Elvis Chentre. Denchasaz-Ussin, hanno saputo gestire nel migliore dei modi la loro Citroën DS3 R5. Gran bella battaglia per la quinta piazza fra il langarolo di Santo Stefano Belbo Jacopo Araldo con Lorena Boero (Clio S1600) al suo fianco, che ha ribadito la sua grande predisposizione per le prove della Valle d’Aosta, come aveva già dimostrato nelle sue precedenti apparizioni nelle gare in Valle. Alle spalle del pilota Meteco ha chiuso il cuneese Michele Tassone con Luca Santi, che ha spinto a fondo la sua Clio R3T che usava per la seconda volta, terminando staccato di soli 13” da Araldo.

Poca fortuna invece per gli oltrepadani Andrea Zucconi e Paolo Zanini con la Peugeot 207 Super 2000, costretti al ritiro a metà gara quando occupavano la diciottesima posizione assoluta e terza di classe. Una nota di merito va al "mito" dei rally valdostani Romildo Rean, ottavo con la sua Mitsubishi Lancer EVO affiancato da Corrado Fosson. Il settantenne pilota valdostano, lontano dai rally da ben cinque anni, ha dimostrato di che pasta è fatto staccando un ottimo quinto e sesto tempo assoluto nelle fasi centrali della gara, quando la ruggine per la lunga inattività è stata cancellata dalla sua voglia di correre.

Classifica finale: 1.Chentre,E. - D'herin,I. (Hyundai I20 R5) in 53'05.7; 2.Tagliani,M. - Risso,E. (Ford Fiesta R5) a 1'15.4; 3.Gagliasso,P. - Ghietti,E. (Skoda Fabia R5) a 1'57.8; 4.Denchasaz,F. - Ussin,M. (Citroen Ds3 R5) a 2'42.7; 5.Araldo,J. - Boero,L. (Renault Clio S1600) a 3'40.6; 6.Tassone,M. - Santi,L. (Renault Clio R3t) a 3'53.1; 7.Vona,C. - Pisano,M. (Peugeot 207 S2000) a 4'15.1; 8.Rean,R. - Fosson,C. (Mitsubishi L.Evo 9) a 4'19.9; 9.Cocco,R. - Deiana,S. (Peugeot 207 S2000) a 4'22.2; 10.Calvetti,F.M. - Mattioda,A. (Renault Clio R3c) a 4'38.2; 11.Nale,R. - Lattanzi,L. (Renault Clio R3c) a 4'53.5; 12.Guizzetti,F. - Chabloz,D. (Peugeot 208 Vti) a 5'01.7; 13.D'agostino,G. - D'agostino,S. (Ford Fiesta R5) a 5'12.9; 14.Goldoni,S. - Macori,E. (Peugeot 208 Vti) A 5'17.0; 15.Bordet,S. - Sommariva,E. (Citroen C2 Vts) a 5'39.2; 16.Porliod,M. - Zanni,G. (Peugeot 208 Vti) a 5'43.7; 17.Castagna,A. - Garella,F. (Peugeot 208 Vti) a 5'45.2; 18.Gonthier,J. - Varale,P. (Mitsubishi L.Evo 9) a 5'55.4; 19.Duclair,F. - Zoia,S. (Renault Clio Williams) a 5'58.6; 20.Depau,M. - Grosso,N. (Renault Clio R3c) a 6'06.3 (seguono altri 49 classificati).

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari