Martedì, 10 Dicembre 2019

BRONI - DIFFERENZIATA, PARTENZA POSITIVA PER IL SERVIZIO PORTA A PORTA. "SUGLI ERRORI NESSUNA LINEA DURA, DIAMO TEMPO AI CITTADINI"

Un primo, seppur sommario, positivo bilancio della raccolta differenziata è stato tracciato dall'amministrazione a poco più di una settimana di distanza dall'avvio del servizio. «Siamo contenti di come sta andando – spiega il sindaco, Antonio Riviezzi – nonostante qualche inevitabile intoppo dettato dalla novità, posso dirmi soddisfatto. La collaborazione tra Comune e la società Broni-Stradella è stata ottima e questo ha consentito anche di limare eventuali problematiche che si sono presentate. Ma il grazie più grande va anche ai nostri cittadini che hanno capito la bontà del progetto e che si sono impegnati perché tutto potesse essere svolto nel migliore dei modi. L'amministrazione comunale – prosegue Riviezzi - ci tiene a rassicurare i cittadini sul fatto che, a partire dal mese di febbraio, saranno introdotte con gradualità le sanzioni previste dal regolamento comunale da poco approvato. Siamo ben consapevoli che il cambio di raccolta dei rifiuti ha portato novità importanti, le quali necessitano di tempo per essere assimilate ed applicate. Nessuna linea dura ma appunta un'applicazione delle sanzioni moderata e calibrata a seconda delle situazioni. L'intenzione dell'amministrazione non è di sanzionare – conclude il primo cittadino - ma di guidare la cittadinanza verso una corretta applicazione del porta a porta per raggiungere l'obiettivo legale del 65% di rifiuto differenziato».

Arriva anche dalla società Broni-Stradella un commento sulle prime battute del servizi: «È presto per effettuare un bilancio effettivo perché sono stati fatti pochi passaggi – spiegano Pierpaolo Mariani, responsabile tecnico e Caterina Cavallè, consigliere di amministrazione - la risposta della cittadinanza è sicuramente positiva, a testimonianza anche dell'ottimo lavoro fatto insieme al Comune di Broni nella promozione del servizio. Da mesi abbiamo lavorato su questa direzione per arrivare preparati a lunedì scorso». Per i primissimi dati bisognerà comunque aspettare una trentina di giorni. «Un bilancio – spiegano Mariani e Cavallè - potrà essere fatto dopo un mese dalla partenza del servizio. Quando saranno rimossi tutti i vecchi cassonetti, solo a quel punto vedremo effettivamente la risposta dei bronesi. Nel frattempo è stato comunque allestito ed è funzionante il punto di raccolta presso la stazione ferroviaria. Per gli ecopunti bisogna pazientate ancora qualche giorno».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari