Martedì, 17 Settembre 2019

VOGHERA – “EMERGENZA GIOCO D'AZZARDO: IL SINDACO INTERVENGA IMMEDIATAMENTE”

Il Movimento 5 Stelle Voghera attraverso un comunicato stampa scrive : " Secondo dati recenti, resi noti dai Monopoli di Stato, nel 2018 Voghera è risultata tra le città a maggior diffusione di slot machine, con una spesa media annuale di circa 106.500.000 Euro pari ad una spesa media pro capite di 2.734 Euro così suddivisi: videolottery (56.557.605 Euro), macchinette da bar (30.741.683 Euro), lotterie istantanee (6.805.528 Euro), scommesse sportive (6.403.447), Lotto (6.007.067). Un aumento preoccupante rispetto al 2017 in cui si registrò una spesa media annuale di 88 milioni di Euro, pari ad una spesa media pro capite di 2.200 Euro. È necessario che il Sindaco e la Giunta intervengano immediatamente per limitare questo grave fenomeno. L'obiettivo di un'Amministrazione comunale, infatti, dovrebbe essere quello di ridurre i problemi dei cittadini e, se è possibile, di prevenirli disincentivando ed evitando l'abuso di qualsiasi attività che generi dipendenza come le forme di gioco d'azzardo. In data 31 gennaio 2014 il Comune di Voghera, con il Comunicato Stampa n. 15, ha reso noto di avere adottato un provvedimento approvato dal Consiglio comunale contenente agevolazioni, rincari e stop a nuove aperture di sale gioco. Che fine ha fatto questo provvedimento? A più riprese, nel 2017 e 2018, l’Assessore competente ha dichiarato, in Consiglio Comunale, di avere partecipato e approvato quanto emerso dal Tavolo istituito presso la Prefettura di Pavia e che il Regolamento comunale per l’apertura e la gestione di sale gioco era in fase di stesura presso l’Ufficio SUAP. Che fine ha fatto il Regolamento comunale tanto promesso? Stante la situazione di emergenza abbiamo presentato un'interpellanza con cui chiediamo al Sindaco e alla Giunta: - di comunicare al Consiglio Comunale il numero delle sale slot, delle sale scommesse e di tutti gli esercizi commerciali che detengono al loro interno apparecchi per il gioco d'azzardo presenti sul territorio comunale; - di conoscere se tali apparecchi sono ubicati, ai sensi dell'articolo 5, comma 1, della Legge Regionale n° 8/2013, ad una distanza non inferiore a 500 m da luoghi sensibili, quali istituti scolastici di ogni ordine e grado, strutture sanitarie ed ospedaliere, incluse quelle dedicate all’accoglienza, all’assistenza e al recupero di soggetti affetti da qualsiasi forma di dipendenza o in particolari forme di disagio sociale o che, comunque, fanno parte di categorie protette, impianti sportivi e centri giovanili o altri istituti 1 frequentati principalmente da giovani, istituti religiosi, chiese, oratori, luoghi di culto in genere; - di conoscere quanti di questi apparecchi sono ubicati in sale slot, sale scommesse ed esercizi commerciali posti al piano terra di condomini residenziali; - di conoscere la data di pubblicazione del Regolamento comunale per l’apertura e la gestione di sale gioco; - di consegnare al Consiglio Comunale copia del provvedimento approvato dal Consiglio Comunale nel 2014 e/o in data successiva, contenete agevolazioni, rincari e stop a nuove aperture di sale gioco di cui al Comunicato Stampa n. 15 del 31 gennaio 2014."

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari