Venerdì, 21 Febbraio 2020

BARBIANELLO – ELEZIONI COMUNALI «STARE IN MEZZO ALLA GENTE E NON SU FACEBOOK»

Giorgio Falbo, sindaco uscente è stato Amministratore Delegato di una società di autotrasporti, ora pensionato.

Falbo che cosa le fa pensare di essere il sindaco giusto?

«Non mi considero il sindaco giusto ma sono un sindaco che vive tra le persone, ne condivido i problemi e dove posso li risolvo, azzerando la burocrazia. è sempre stato così con me sindaco a Barbianello e non cambierà».

Tre priorità della sua futura azione amministrativa in caso di vittoria?

«Come già detto azzerare la burocrazia, aumentare e migliorare i servizi per i nostri cittadini: penso prima di tutto al poliambulatorio, al rafforzamento dell’Auser e alla nuova Scuola dell’Infanzia. In questi giorni stiamo rifacendo gli asfalti nella strada comunale per Bottarolo, la Fraz. Raggia ed il rinnovamento del parcheggio in Fraz. Bottarolo».

Viviamo in un periodo complesso, la ripresa dalla crisi è difficoltosa e molte famiglie faticano a tirare avanti. In questo contesto, quanto e cosa crede che un’amministrazione comunale possa fare per migliorare concretamente la vita dei cittadini?

«Lo ripeto, stare in mezzo alla gente e non su facebook, condividere i problemi e dove posso risolverli. Da sempre i servizi sociali sono stati una priorità della mia azione amministrativa».

Perché la popolazione dovrebbe votare Lei e la sua squadra e cosa c’è di differente in contrapposizione agli altri?

«La differenza è abissale io e la mia squadra abbiamo un esperienza molto solida, non facciamo false promesse e quando si poteva abbiamo realizzato opere importantissime per il nostro Paese come ad esempio il centro polifunzionale costato oltre 500.000 € senza gravare minimante sulle casse comunali e ammirato da tutti i Paesi vicini, la Farmacia che da un servizio importantissimo a tutti i cittadini, da un pezzo di carta abbiamo portato 250.000 € nelle casse comunali, abbiamo un Biodigestore per il quale  nessuno Comune  ha avuto  un euro di contributo per compensazioni ambientali (Bastida, Costa de Nobili, Belgioioso, Corana, Bressana Bottarone, Torre D’Isola, Bereguardo etc…) e solo noi, abili ad infilarci abili con la disputa con Casanova Lonati,  abbiamo portato 300.000 € al Comune di Barbianello con il rifacimento di una strada Comunale ed il pagamento degli espropri. Gli altri sono dilettanti allo sbaraglio, che si improvvisano amministratori vendendo fumo alle persone, giocano su facebook, buona parte non sono di Barbianello e gli altri non hanno mai fatto vita di Paese  e non ne conoscono la realtà, in più ci sono altre cose che è meglio non dire».

Un sogno nel cassetto per il suo paese?

«Il mio sogno è realizzare il nostro programma, come sempre mantenendo le promesse, ma prima di tutto è poter rimanere in mezzo alla gente perchè la mia più grossa soddisfazione è contribuire a risolvere i problemi dei miei concittadini».

  1. Primo piano
  2. Popolari