Lunedì, 16 Settembre 2019

OLIVA GESSI – ELEZIONI COMUNALI «STRADE INACCETTABILI, FAREMO PRESSIONE SULLA PROVINCIA»

Andrea Defilippi, attuale vicesindaco e candidato unico alla carica di sindaco di Oliva Gessi, rappresenta la naturale eredità dell’amministrazione attuale guidata dal sindaco Giuseppe Ascagni. Non avrà rivali, l’unico ostacolo è il quorum del 50% da raggiungere.

Defilippi, perché crede di poter essere il sindaco giusto?

«Non ho assolutamente la pretesa di pensarmi la “persona giusta” per la carica di sindaco, tuttavia ho ritenuto corretto mettermi a disposizione dei miei concittadini anche alla luce di un impegno amministrativo che ha avuto inizio per me ormai quindici anni fa».

Ci dica tre priorità della sua amministrazione in caso di successo alle elezioni.

«In caso di elezione l’impegno prioritario mio e di coloro che compongono la lista che sostiene la mia candidatura sarà rivolto essenzialmente a portare avanti le buone pratiche amministrative che da anni fanno di Oliva un comune “virtuoso”. Andando più nel particolare è nostra intenzione investire risorse ed energie per ampliare i servizi ai cittadini, specialmente ad anziani e bambini, garantire una accurata e costante cura delle strade comunali (cercando al contempo di far pressione sull’Amministrazione Provinciale affinché intervenga sui tratti di viabilità di sua competenza che ad oggi versano in condizioni assolutamente inaccettabili) e lavorare per la valorizzazione della nostra produzione vitivinicola, specialmente affinché il Riesling di Oliva ottenga quell’attenzione che gli spetta di diritto».

Viviamo in un periodo complesso, la ripresa dalla crisi è difficoltosa e molte famiglie faticano a tirare avanti. In questo contesto, quanto e cosa crede che un’amministrazione comunale possa fare per migliorare concretamente la vita dei cittadini?

«Le amministrazioni locali sono il primo punto di incontro dei cittadini con lo Stato e proprio per questo i comuni entrano quotidianamente in diretto contatto con le difficoltà di tante persone.

Per cercare di soddisfare nel miglior modo possibile le esigenze dei più credo che la scelta maggiormente efficace sia quella di portare avanti una politica amministrativa attenta ad evitare sprechi, impegnata ad utilizzare al meglio le poche risorse a disposizione e il più possibile capace di farsi “prossima” al cittadino. Nella nostra piccola realtà olivese questa filosofia è stata sempre il cardine delle scelte effettuate dai miei predecessori e, se sarò eletto, sarà certamente anche la mia».

Unico Candidato sindaco. Qualcuno potrebbe dirle che “Le piace vincere facile”, ma quali sono gli aspetti negativi (se ce ne sono) di non avere una minoranza all’interno di un’amministrazione comunale?

«Come avviene ormai da diverse tornate elettorali, fatto salvo il caso di una lista esterna che nulla aveva a che fare con Oliva presentatasi alle comunali del 2009, nel nostro comune si è formata anche quest’anno una sola lista di candidati. Ciò non avviene per disinteresse o disaffezione alla realtà locale ma piuttosto per la volontà che anima la grande maggioranza degli Olivesi di collaborare insieme, anche partendo da opinioni personali talvolta anche assai differenti, per il bene dell’intera comunità.

Non solo per il fatto di abitare in frazioni diverse del comune, ma per rappresentare ambiti lavorativi, fasce di età, interessi culturali o di volontariato differenti, tutti i candidati consiglieri sono espressione delle varie anime che fanno ricco il nostro paese».

 Un sogno nel cassetto per il suo paese?

«Il mio sogno è di poter veder negli anni il mio paese animarsi sempre più; vorrei fare il possibile affinché quel lento spopolamento che continua almeno dagli anni Sessanta del secolo scorso possa non più dirsi inesorabile. Per far questo credo che le politiche a favore delle famiglie e dei giovani debbano avere un posto privilegiato nella azione di governo, ma ad esse si debba associare un impegno costante su tutti i fronti per di far sì che qualche nuova famiglia ad Oliva inizi a voler venire a stabilirsi e che si possa dire: “ad Oliva si vive bene!!”».

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari