Lunedì, 17 Giugno 2019

BRESSANA BOTTARONE – ELEZIONI COMUNALI «SERIETÀ E COMPETENZA IL MIO MARCHIO DI FABBRICA»

Maria Teresa Torretta, sessant’anni di cui ben quaranta passati a collaborare con gli Enti pubblici di tutta Italia. Dal momento del suo insediamento nel 2014 ha deciso di sospendere la sua attività lavorativa dedicando le sue competenze completamente all’amministrazione seguendo costantemente corsi di aggiornamento sulla materia del governo pubblico.

Torretta che cosa le fa pensare di essere il sindaco giusto?

«In questi dieci anni, cinque all’opposizione e cinque di governo, ho dato per la nostra comunità il massimo possibile, dalla mia nomina a Sindaca nel 2014 ho garantito costante presenza giornaliera negli uffici comunali, luogo dove cercare di risolvere i problemi dei cittadini. Un modo di lavorare, forse non abituale, ma improntato alla serietà e concretezza: nessuno è rimasto inascoltato, qualcuno non ha avuto risposte compiacenti, ma la scelta è sempre stata quella di dire la verità, anche con un no».

Tre priorità della sua futura azione amministrativa in caso di vittoria?

«Il passaggio alle energie pulite e a consumo energetico basso per tutte le strutture pubbliche: dall’illuminazione stradale al riscaldamento.

La realizzazione della nuova scuola primaria, garanzia di luogo adatto ai nostri piccoli, con l’utilizzo della vecchia struttura per i centri di aggregazione per terza età e giovani.

Il completamento dei collegamenti tra i centri del territorio, garantendo sicurezza sia con percorsi protetti sia con maggior vigilanza».

Viviamo in un periodo complesso, la ripresa dalla crisi è difficoltosa e molte famiglie faticano a tirare avanti. In questo contesto, quanto e cosa crede che un’amministrazione comunale possa fare per migliorare concretamente la vita dei cittadini?

«I Comuni ormai possono fare ben poco con le proprie forze per risolvere i problemi di occupazione, ed è per questo che occorre trovare le sinergie più adatte coi privati: dalla possibilità di agevolare gli insediamenti lavorativi alla ricerca di servizi che aiutino le famiglie nell’occuparsi dei più piccoli e delle persone più anziane permettendo di alleggerire il carico famigliare e ampliando la ricerca del lavoro.

In ogni caso, dobbiamo dare tutto il sostegno possibile a coloro che vivono in situazione di disagio, sia economico che assistenziale, con percorsi individuali e non con interventi generalizzati».

Perché la popolazione dovrebbe votare Lei e la sua squadra e cosa c’è di differente in contrapposizione agli altri?

«Abbiamo già dimostrato di avere qualità ed entusiasmo, anche i nuovi inserimenti hanno voglia di contribuire con la massima energia.  Noi siamo così: nessuna promessa che non si può mantenere, progettiamo con uno sguardo sempre verso il futuro e mai nel passato portando avanti idee per dare continuità all’azione amministrativa sulla base del lavoro e dell’esperienza di questi anni, in sintonia con le reali capacità economiche del Comune.  Mi fa piacere, inoltre, aver riscontrato nei programmi delle altre liste proposte da noi avanzate e che hanno visto il voto contrario da parte degli stessi.

Qualche errore lo avremo fatto ma la buona volontà non è mai mancata così come il senso di responsabilità nel decidere».

Un sogno nel cassetto per il suo paese?

«Più che un sogno, l’obiettivo è quello di renderlo comunità effettiva, indipendentemente da chi lo amministrerà in futuro, con gruppi e associazioni che lavorino veramente per l’interesse collettivo, senza bisogno di fregiarsi di medaglie rilucenti, ma solo perché si possa stare bene insieme».

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia lidobuca-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari