Lunedì, 16 Settembre 2019

CORNALE E BASTIDA DE’ DOSSI – ELEZIONI COMUNALI «VIABILITÀ E SICUREZZA STRADALE LE NOSTRE PRIORITÀ»

Il comune unico Cornale-Bastida De’ Dossi, nato nel 2014 dalla fusione delle due realtà precedentemente separate avrò una sola lista. Il sindaco uscente Giancarlo Carnevale, già al terzo mandato, non potrà più ricandidarsi. La continuità con questa gestione sarà però garantita dalla presentazione dell’assessore uscente Giuseppe Masso, che sfiderà il quorum.

Masso, che cosa le fa pensare di essere il sindaco giusto?

«Per via della buona volontà, la disponibilità e la capacità di ascolto unite all’esperienza amministrativa già acquisita».

Tre priorità della sua futura azione amministrativa in caso di vittoria?

«In caso di vittoria le priorità saranno attribuite agli interventi sulla sicurezza stradale intervenendo sui punti critici al fine di migliorare la viabilità e il potenziamento della videosorveglianza. Ricerca  di condivisione con la popolazione al fine di favorire la ripresa delle attività associative che erano state patrimonio del nostro     comune e  forte impegno alla salvaguardia del territorio contrastando attività poco salubri nella zona e potenziando all’interno del centro abitato la pulizia anche attraverso un miglior sistema di raccolta dei rifiuti.                                                                                             

Viviamo in un periodo complesso, la ripresa dalla crisi è difficoltosa e molte famiglie faticano a tirare avanti. In questo contesto, quanto e cosa crede che un’amministrazione comunale possa fare per migliorare concretamente la vita dei cittadini?

«Come premesso la priorità principale è l’ascolto dei concittadini, mettendo a loro disposizione le poche risorse per far fronte a problemi concreti». 

Unico Candidato sindaco. Qualcuno potrebbe dirle che “Le piace vincere facile”, ma quali sono gli aspetti negativi (se ce ne sono) di non avere una minoranza all’interno di un’amministrazione comunale?                                                 

«L’indirizzo e il controllo, prerogative del consiglio comunale verranno comunque esercitati puntualmente dai consiglieri eletti, a prescindere dalla collocazione sia di minoranza che di maggioranza»            

Un sogno nel cassetto per il suo paese?                                                                                             

«Lo sviluppo economico del paese nel rispetto delle sue vocazioni e dell’ambiente».

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari