Martedì, 16 Luglio 2019

BRONI - “UNO DEGLI OBIETTIVI CHE CI SIAMO POSTI FIN DAL NOSTRO INSEDIAMENTO È PRESERVARE L’AMBIENTE”

Entro la fine del 2019 a Broni verrà avviato il servizio di raccolta dei rifiuti urbani porta a porta per l’intero territorio comunale.

Nello scorso mese di marzo, la Giunta comunale ha dato mandato alla Società Broni-Stradella Pubblica S.r.l., affidataria del servizio di igiene urbana, di predisporre un progetto ad hoc finalizzato alla riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani. Abbiamo chiesto al sindaco di Broni Antonio Riviezzi, che ha la delega sia all’ambiente che al bilancio, di illustrare le motivazioni alla base di questa decisione.

Sindaco Riviezzi, ci spiega il perché di questa scelta?

«Uno degli obiettivi che ci siamo posti fin dal nostro insediamento è preservare l’ambiente: non solo portando a compimento la bonifica della ex Fibronit, ma anche dando il via al potenziamento della raccolta differenziata. Spesso non ci rendiamo conto che quasi tutte le nostre azioni quotidiane, anche le più comuni, producono rifiuti: bere una bibita, leggere un giornale oppure acquistare un oggetto con una confezione in carta o in plastica. Quando qualcosa non ci serve più, la gettiamo nella spazzatura.

Se questi scarti li buttiamo in maniera indifferenziata in un unico contenitore, finiscono nelle discariche o negli inceneritori rischiando di provocare inquinamento del suolo, dell’aria e delle falde acquifere, con costi molto elevati per lo smaltimento. Inoltre in questo modo favoriamo inconsapevolmente un consumo abnorme delle risorse naturali, che non sono infinite».

Che ruolo può avere il nuovo servizio di raccolta in termini di salvaguardia ambientale?

«Un ruolo importantissimo. Grazie alla raccolta differenziata porta a porta possiamo sia aiutare il nostro pianeta a risparmiare le sue risorse, che ridurre l’inquinamento. Con questo sistema di raccolta si raggruppano i rifiuti urbani in base alla loro tipologia (carta, plastica, vetro, alluminio, frazione organica) destinandoli al riciclaggio, con conseguente riutilizzo delle materie prime. Inoltre, dalla gestione integrata dei rifiuti, può arrivare anche un contributo importante alla lotta ai cambiamenti climatici e all’inquinamento dell’aria. Differenziare è un dovere verso l’ambiente in cui viviamo e verso i nostri figli, verso i quali abbiamo l’obbligo di lasciare un pianeta sostenibile e vivibile. Inoltre, la raccolta porta a porta oltre a salvaguardare l’ambiente,  comporterà anche tre grossi vantaggi rispetto al servizio attualmente in funzione».

In cosa consistono questi tre vantaggi?

«Primo, sarà più facile, pratico e comodo smaltire i rifiuti, visto che verranno ritirati direttamente a casa senza doversi più recare ai cassonetti: una bella comodità soprattutto per gli anziani e chi ha difficoltà a muoversi. Secondo, il nuovo sistema di raccolta comporterà, nel tempo, dei vantaggi di natura economica, visto che permetterà di contenere i costi di smaltimento con conseguente diminuzione della relativa tariffa. Già quest’anno, le tariffe delle utenze domestiche non solo non sono aumentate, ma per alcune famiglie sono addirittura diminuite. Terzo, il porta a porta contribuirà a mantenere la vie e le piazze più pulite: una città in ordine è il miglior biglietto da visita per rilanciarne la vocazione turistica, con conseguente beneficio anche per le attività commerciali».

Come sarà strutturato l’iter di informazione propedeutico alla realizzazione del servizio?

«Per quanto riguarda le modalità di presentazione del servizio, è partita una prima fase di ascolto sul tema consistente in una serie di incontri con le associazioni ambientaliste, le associazioni di categoria, le scuole e gli amministratori di condomini.

Durante questa prima fase, sono stati raccolti preziosi suggerimenti che sono inseriti nella stesura finale del progetto di raccolta porta a porta; quest’ultimo verrà presentato e spiegato ai cittadini in modo chiaro, semplice ed esaustivo attraverso una campagna d’informazione dedicata, declinata in più lingue. Infine, si procederà alla realizzazione di una vera e propria campagna di sensibilizzazione sull’importanza e il valore della raccolta differenziata, che verrà realizzata grazie attraverso l’organizzazione di eventi ed iniziative studiate ad hoc in collaborazione con le associazioni locali e le realtà scolastiche di Broni. Su un tema così importante, è fondamentale coinvolgere fin dall’inizio tutti i cittadini e tutte le categorie economiche e sociali della città, perché ognuno di noi, nessuno escluso, sarà chiamato a fare la  propria parte per salvaguardare l’ambiente, che è tra i beni comuni più importanti e preziosi che abbiamo: lo dobbiamo a noi stessi e lo dobbiamo soprattutto alle giovani generazioni, ai nostri figli e ai nostri nipoti».

di Elisa Ajelli

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia lidobuca-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari