Sabato, 15 Dicembre 2018

BLITZ DI ANGELO CIOCCA, IN TURCHIA, DAVANTI ALLA SEDE DELLA TOKSOZ PER CHIEDERE IL MANTENIMENTO DELLA PRODUZIONE DELLA PERNIGOTTI NELLO STABILIMENTO DI NOVI LIGURE

Blitz dell'europarlamentare della Lega, Angelo Ciocca, in Turchia, davanti alla sede della holding Toksoz per chiedere il mantenimento della produzione della Pernigotti nello stabilimento di Novi Ligure (Alessandria) e la salvaguardia di tutti i posti di lavoro e dell'azienda.
    "Nella giornata di ieri ho manifestato fuori dalla Toksoz per chiedere il rispetto del lavoro e della storia del marchio italiano Pernigotti e per la salvaguardia degli oltre 200 dipendenti. Un cambio di atteggiamento da parte della proprietà si inizia già a vedere con la partecipazione al tavolo di crisi del Ministero dello Sviluppo Economico di metà novembre", afferma Ciocca in una nota. "Esternalizzare le produzioni in Italia è un escamotage che consente alle grandi aziende di liberarsi dei lavoratori e spostare le produzioni altrove", replica il politico alla proprietà che ha affermato di non voler delocalizzare.

Nel frattempo la petizione online a sostegno dei lavoratori della Pernigotti ha sfondato quota 12mila e si aggiunge alle molte iniziative in difesa dello stabilimento novese. La proprietà ha comunicato in settimana la decisione di fermare le attività per esternalizzare in Italia l’attuale produzione a Novi. Il 15 è stato convocato un tavolo al Mise alle 10 per cercare di recuperare una situazione che segna pesantemente la vita di 100 lavoratori e l’immagine del polo dolciario novese.

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari