Sabato, 17 Novembre 2018

MEZZANINO - LA CONTROREPLICA DI ZOPPETTI AL SINDACO PIRAS SUL CASO “MONTICELLI”

L’ex sindaco di Mezzanino Gianluigi Zoppetti, in seguito alle dichiarazioni rilasciate dall’attuale sindaco Adriano Piras al nostro giornale sullo scorso numero, richiede di intervenire per contestare le affermazioni sulla vicenda della questione Monticelli, ritenute «non veritiere, pretestuose e strumentali, per non dire calunniose».

Piras affermava che Zoppetti, nei primi anni del suo mandato avesse intrattenuto «ottimi rapporti, quasi amichevoli, fino a sfociare nella messa a disposizione dell’Auser di Mezzanino – presieduta dalla moglie – di una autovettura in comodato d’uso gratuito».

Contratto che sarebbe stato revocato, dopo un certo tempo, «senza che se ne conoscessero le ragioni». Piras poi dichiarava: «Successivamente è stato messo in atto dalla precedente amministrazione una feroce opposizione contro la richiesta di rinnovo dell’Aia da parte della ditta». Zoppetti contesta questa ricostruzione e ci scrive: «I rapporti tra l’amministrazione da me rappresentata in qualità di sindaco e la società Monticelli  non si possono  definire per i primi anni “più che  amichevoli”. Sono sempre stati improntati al massimo rispetto della trasparenza e dei ruoli reciproci mantenendosi sempre nell’ambito del rapporto tra istituzione e realtà produttiva, coinvolgendo anche la minoranza.  Sono quindi da considerare pretestuose e strumentali le affermazioni secondo le quali gli ottimi rapporti “quasi amichevoli” sarebbero sfociati nella messa a disposizione dell’Auser da parte della stessa Monticelli di un’autovettura in comodato ad uso gratuito. La vicenda della consegna del mezzo da Parte della Società all’Auser ha avuto un percorso completamente autonomo rispetto all’azione della amministrazione comunale. Zoppetti spiega poi la motivazione dell’interruzione del contratto e la conseguente restituzione del mezzo: «La motivazione per la quale la Monticelli ha revocato il contratto di comodato è stata la scomparsa del Titolare avvenuta il 27 dicembre 2016  al quale si è avvicendata alla direzione della Società la moglie, che nel gennaio 2017 ha inviato la lettera della revoca e della richiesta della restituzione del mezzo». 

A supporto di quanto affermato, Zoppetti allega una dettagliata ricostruzione cronologica dei fatti che riportiamo: «La Monticelli è una società che si occupa del deposito di rifiuti speciali pericolosi costituiti essenzialmente da oli esausti sita nella fraz Tornello di Mezzanino. Faccio presente – scrive Zoppetti - che contrariamente a quanto lascia intendere Adriano Piras  la amministrazione comunale nella quale ho esercitato il mandato di sindaco ha sempre operato in assoluta trasparenza nel pieno rispetto delle regole esercitando un controllo e un vaglio critico nei confronti della società Monticelli coinvolgendo la minoranza. Nel 2015 la Società Monticelli ha avviato l’iter per la costruzione di un impianto di separazione dell’acqua dall’olio nelle soluzioni oleose già autorizzato dal 2007 e confermato nel 2012 ma per scelte societarie mai realizzato. Nel giugno 2015 il titolare della società mi ha contattato per informarsi sulle associazioni che operano nel territorio e per sapere quale tipo di attività esse svolgessero.

Dopo qualche giorno il titolare della Monticelli ha contattato la presidente dell’Associazione Auser di Mezzanino - che mi onoro di avere in moglie - per proporle un automezzo della società in comodato ad uso gratuito. Essendo l’Auser strutturata a più livelli, provinciale, regionale e nazionale,  la presidente dopo aver consultato la superiore sede ha convocato il Comitato Direttivo allargato ai volontari il 22 giugno 2015 per dibattere la proposta, che è stata approvata con voto unanime,  con la nomina di una commissione con il compito di provvedere  alla acquisizione  del  mezzo, come  risulta dal registro dei verbali del C.D. dell’Associazione.

Il mezzo è stato consegnato all’ associazione il 25 agosto con regolare contratto. Il 24 settembre 2015 il Consiglio Comunale al completo è andato in visita all’impianto della Monticelli  durante la quale il titolare ha illustrato il progetto del nuovo impianto che intendeva realizzare suscitando non poche preoccupazioni tra i consiglieri che io ho riportato nell’articolo apparso sulla Provincia Pavese il 30 settembre 2015 con     una dichiarazione in contradditorio del titolare della Società. Nei primi giorni del mese di maggio 2016 è giunta al Comune l’autorizzazione Paesaggistica rilasciata dalla provincia alla Monticelli Srl propedeutica alla realizzazione dell’impianto. Dopo aver consultato uno studio legale mi sono mosso su due fronti.  In primo luogo inviando una lettera il 30/05/2016 alla Provincia di Pavia con la quale ho  chiesto in autotutela la sospensione dell’iter di attivazione dell’impianto e la convocazione di una conferenza dei servizi.

In secondo luogo partecipando al tavolo tecnico che avevo chiesto per tempo che si è tenuto il primo giugno 2016 presso l’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Pavia alla presenza dell’assessore,  del  responsabile delle autorizzazione AIA, del responsabile delle bonifiche, del sottoscritto, di un consigliere di maggioranza e  del tecnico comunale, durante il quale si è convenuto che la questione della attivazione dell’impianto della Monticelli veniva trattata in Conferenza dei Servizi e che si sarebbe comunque tenuta al termine delle visite ispettive ARPA già programmate.

A maggior tutela della cittadinanza, dopo aver affidato ad uno studio legale l’assistenza stragiudiziale per la vicenda Monticelli, il 16 ottobre 2016 ho indetto una Assemblea Pubblica che si è tenuta nella Sala Consigliare di Mezzanino alla presenza dei consiglieri di maggioranza e uno di minoranza, del Segretario Comunale che ha stilato il verbale, del  Tecnico Comunale  e del legale, durante la quale è stato emendato ed approvato un documento dalla stragrande maggioranza dei presenti con un astenuto che conteneva il parere contrario dell’assemblea alla realizzazione dell’impianto in oggetto e impegnava il Sindaco ha portare il documento al primo Consiglio Comunale e successivamente in Conferenza dei Servizi.

Il 28 novembre si è tenuto il Consiglio Comunale che con la delibera n 40 ha assunto il documento in parola con il voto unanime di maggioranza e minoranza. 

Il 27 dicembre ho avuto la comunicazione da parte della società della scomparsa del titolare. E il 12 gennaio 2017, a seguito della successione alla titolarità della società della consorte dello scomparso, la direzione della Monticelli ha inviato una lettera alla Auser di Mezzanino  con la quale si comunicava l’interruzione del contratto di comodato in uso gratuito e si chiedeva la restituzione del veicolo che è avvenuta il giorno stesso con apposito verbale a firma congiunta Società - Associazione.  L’amministrazione comunale ha quindi proseguito la sua azione nei confronti del rinnovo dell’A.I.A. della Società come da sempre fatto».

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari