Martedì, 16 Ottobre 2018

VOLPARA - «NON MI RICANDIDERÒ, SEMPRE PIÙ COMPLICATO CONCILIARE IL LAVORO E L’IMPEGNO DA SINDACO»

Il progetto di fusione tra il comune di Volpara e quello di Santa Maria della Versa è naufragato. Lo conferma il sindaco Matteo Bossi: «A mio parere, tutte le amministrazioni coinvolte nel progetto avrebbero dovuto dare la possibilità ai propri cittadini di esprimersi su un tema cosi importante, ma ahimè - come già detto dal mio collega Ordali di Santa Maria della Versa - per molti motivi così non è stato. Allo stato attuale, credo che difficilmente riusciremo a riparlarne».

Sindaco, che cosa perde Volpara dalla mancata fusione?

«Il progetto di Fusione dei Comuni sarebbe stato un ottimo trampolino di rilancio per tutti i comuni interessati e non solo per il mio. Sicuramente ci avrebbe consentito di creare una struttura amministrativa importante, che avrebbe permesso di gestire al meglio tutto il territorio, avendo avuto a disposizione risorse importanti».

Qual è l’alternativa per il suo Comune?

«L’alternativa per quanto riguarda il mio Comune è andare avanti come abbiamo sempre fatto e cercare di gestire (e migliorare) con il poco che abbiamo a disposizione... siamo poco più di 100 persone, facciamo quello che possiamo».

Avete un meraviglioso anfiteatro in stile romano che dal 2011 allieta le calde serate estive, coinvolgendo gli abitanti del piccolo borgo con numerose iniziative culturali. Puntate molto sugli eventi estivi?

«Sicuramente. L’anfiteatro è una struttura che abbiamo fortemente voluto e realizzato. Può ospitare fino a 500 persone e da quest’anno viene gestito dall’Associazione Volpara Viva, che intende promuovere le attività culturali del comune occupandosi attivamente dell’organizzazione di numerosi eventi estivi e, allo stesso tempo, di valorizzare le strutture comunali». 

Da chi è composta?

«È un’organizzazione senza scopo di lucro creata e gestita dai ragazzi di Volpara che, con tanto impegno e tanta volontà, hanno deciso di mettersi in gioco ed aiutare il paese a mantenersi sempre “vivo” e ad offrire intrattenimento culturale nelle calde serate estive».

L’anfiteatro è a disposizione esclusivamente del Comune di Volpara?

«Certo che no; è a disposizione di chiunque fosse interessato per eventi, mostre, sfilate e molto altro. Basta contattare l’associazione via web e fare proposte».

Quando ha iniziato il suo mandato si era posto un obiettivo particolare da realizzare?

«Soltanto quello di poter far qualcosa per il mio paese e la mia gente; quelli ormai erano altri momenti per le amministrazioni, c’erano molti più fondi disponibili ed era più facile riuscire a portare a termine idee e progetti, anche complessi, per un piccolo comune come Volpara».

Volpara è un piccolo borgo che durante il periodo estivo si anima particolarmente. Quali eventi avete in programma per l’estate 2018?

«Gli eventi in programma per quest’estate sono sette (i primi due hanno già avuto un grande successo), le date dei prossimi sono sulla nostra pagina Facebook o sul sito web. Sono eventi finalizzati a soddisfare vari gusti e varie fasce d’età. Spettacoli teatrali, concerti, spettacoli comici».

Sindaco Bossi questi eventi sono molto apprezzati dalla gente del posto, ma servono anche ad attirare turisti?

«Direi che quest’anno, più degli altri anni, l’Associazione Volpara Viva ha puntato proprio su cercare il più possibile di attirare turisti; hanno puntato su una massiccia campagna pubblicitaria sia cartacea, distribuendo brochure nei vari info point e ovunque possibile, ma soprattutto sui social».

Volpara è una realtà che ha molto da offrire, ma occorre una maggiore valorizzazione... a riguardo quali progetti ha la sua amministrazione? Quali difficoltà dovete affrontare?

«Negli ultimi anni sta diventando sempre più complicato cercare di riuscire a realizzare qualcosa per il proprio paese, soprattutto per la totale mancanza di fondi; i trasferimenti pubblici sono sempre più vicini allo zero e diventa sempre più difficile rilanciare piccoli borghi come Volpara.

Il mio comune deve affrontare (come altri) le diverse problematiche di un territorio molto bello, ma allo stesso tempo difficile da gestire».

Sindaco Bossi pensa di ricandidarsi per le prossime elezioni?

«No. Non mi ricandiderò, purtroppo per me sta diventando sempre più complicato conciliare il lavoro e l’impegno da sindaco».

di Silvia Cipriano

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari