Giovedì, 27 Giugno 2019

OLTREPÒ PAVESE – “IL BINOMIO TRA TURISMO ED ENOGASTRONOMIA IN QUESTA ZONA FUNZIONA EGREGIAMENTE”

Lara Magoni, assessore al Turismo, marketing territoriale e moda. Nata il 29 gennaio 1969 a Alzano Lombardo in provincia di Bergamo, campionessa e Nazionale di sci, ha partecipato a cinque mondiali e a tre Olimpiadi. Testimonial dell'UNICEF è maestra e allenatrice di sci alpino con specializzazione nell'insegnamento dello sci nella disabilità. Eletta In Consiglio regionale nel 2013, è stata vice presidente della IV Commissione permanente - Attività produttive e occupazione. Nell'XI Legislatura, il 29 marzo 2018 è nominato dal presidente Attilio Fontana Assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e moda.
Queste le materie rientranti nell'incarico: Turismo, Marketing territoriale, Moda e design

SONO PASSATI POCO PIÙ DI TRE MESI DALLA SUA NOMINA AD ASSESSORE TURISMO, MARKETING TERRITORIALE, MODA E DESIGN DELLA REGIONE LOMBARDIA, COSA CI PUÒ RIVELARE DI QUESTA SUA PRIMA ESPERIENZA IN REGIONE?

Un’esperienza importante, complicata e affascinante allo stesso tempo.Tanti gli obiettivi sul tavolo: la nostra Lombardia è una terra vocata al Turismo e ha una forte tradizione nel campo della moda e del design. Settori strategici per l’economia locale e nazionale.

COSA HA SIGNIFICATO PER LEI ASSUMERE QUESTO RUOLO E COSA PENSA SI ASPETTINO LE PERSONE DAL SUO MANDATO?

Ringrazio il presidente Fontana per la fiducia che mi ha dimostrato e che continua a testimoniarmi quotidianamente. Il mio è un obiettivo ambizioso ma sicuramente raggiungibile grazie alle straordinarie eccellenze dei nostri territori: far diventare la Lombardia prima meta turistica italiana.

CERTAMENTE LEI CONOSCE L’OLTREPÒ PAVESE, TERRITORIO CHE PUR AVENDO GRANDI POTENZIALITÀ STA VIVENDO UN MOMENTO MOLTO DIFFICILE DAL PUNTO DI VISTA TURISTICO. CRISI NON SEMPRE DOVUTA A MANCANZA DI FONDI MA SPESSO CONSEGUENZA DI UN ATTEGGIAMENTO LITIGIOSO NEL PROMUOVERE IL TERRITORIO DA PARTE DI ALCUNI OLTREPADANI. COME PENSA DI INTERVENIRE PER CONVINCERE GLI OPERATORI DELL’OLTREPÒ AD AGIRE IN UN BLOCCO UNICO PER PROMUOVERLO?

I dati recenti dimostrano che il turismo sul territorio è in forte ripresa, ora bisogna valorizzare le peculiarità di una realtà paesaggistica ed ambientale unica nel suo genere. Puntare sulla promozione dei propri prodotti, penso all’enogastronomia, deve diventare il must per accrescere il potenziale fin qui non totalmente espresso dell’Oltrepò.

QUELLA CHE SINO A 10 ANNI FA ERA LA PIÙ GRANDE AZIENDA TURISTICA DELL’OLTREPÒ, È FALLITA. PARLIAMO DELLE TERME DI SALICE. COSA PUÒ FARE LEI COME ASSESSORE DELLA PARTITA PER AIUTARE I NUOVI ACQUIRENTI, SE MAI CI SARANNO E QUALI INTERVENTI PUÒ FARE IL SUO ASSESSORATO CONCRETAMENTE IN FAVORE DI SALICE TERME?

L’Oltrepò è una terra vocata alle terme e con una forte tradizione nel settore. Regione Lombardia, nel rispetto dei ruoli, farà la sua parte per cercare di salvare un comparto economico ed occupazionale di notevole importanza per tutto il territorio.

PENSA SIA NECESSARIO IN OLTREPÒ COINVOLGERE MAGGIORMENTE I GIOVANI AFFINCHÈ POSSANO RITENERE IL TURISMO UN’OPPORTUNITÀ DI LAVORO E CRESCITA PROFESSIONALE?

La formazione è indispensabile per permettere ai giovani di essere competitivi sul mercato. Ecco perché auspico una sempre più stretta collaborazione tra istituzioni, mondo accademico, imprenditori e associazioni di categoria affinchè si individuino strategie comuni che permettano ai nostri ragazzi di intraprendere attività professionali di sicuro impatto.

L’IMPATTO EXPO PER L’OLTREPÒ È STATO ZERO. COME È POSSIBILE TESSERE RELAZIONI CON IL TERRITORIO CIRCOSTANTE E SU QUALI ASSI GEOGRAFICI E TEMATICI L’OLTREPÒ DEVE INVESTIRE PER ATTRARRE NUOVI TURISTI?

E’ necessario fare squadra. Il binomio tra turismo ed enogastronomia in questa zona funziona egregiamente; ora è necessario compiere un ulteriore salto di qualità per far sì che le eccellenze dell’Oltrepò possano essere apprezzate da un pubblico di turisti sempre maggiore. E’ necessario costruire alleanze e sinergie: la qualità dell’offerta e la professionalità dei servizi proposti
rappresentano una chiave di sviluppo fondamentale, volani strategici per valorizzare l’economia e l’occupazione nel settore. Ora l’impegno sarà dar vita ad una decisa operazione di marketing territoriale, l’esaltazione del territorio grazie ad un’azione condivisa tra istituzioni, enti locali, imprese e associazioni di categoria.

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia lidobuca-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari