Giovedì, 19 Luglio 2018

VOGHERA - «NON PENSO AD UN’ENTRATA IN MAGGIORANZA DELLA LEGA... AL DI LÀ DEI “PRURITI” DI QUALCUNO»

Abbiamo intervistato due personaggi rappresentativi dell’Udc, volti ben noti alla politica vogherese. Personaggi comunque, come si suol dire, “sempre sul pezzo”. Rispondono alle nostre domande: l’assessore Gianfranco Geremondia e l’Onorevole Paolo Affronti.

Gianfranco Geremondia risponde alle domande di pertinenza del suo assessorato: bilancio e finanze, sport, farmacie comunali e personale. Mentre Paolo Affronti, nella sua qualità di responsabile politico, ma comunque sempre ben informato sui programmi amministrativi della città e dell’Oltrepò, sui temi strettamente politici, con un inevitabile accenno ai problemi dell’ASM di cui è stato vice presidente.

Geremondia in questi 15 mesi da assessore del comune di Voghera qual è stata l’iniziativa da lei voluta o il compito a lei assegnato che le ha dato soddisfazioni?

«Non mi limito solo ad un tema - L’approvazione del bilancio preventivo in tempi brevi pur con tutte le difficoltà che gli adempimenti impongono. Voglio puntualizzare in particolare l’adeguamento del fondo che deve essere costituito a garanzia dei debiti di dubbia esigibilità. Questo dà tranquillità anche per il futuro ai conti del nostro comune. C’è poi la sentenza favorevole del consiglio di stato per quanto riguarda le tariffe a suo tempo deliberate e questa sentenza mette a tacere le insistenti critiche arrivate dall’opposizione per il ritardo di qualche giorno della presentazione delle nuove tariffe approvate secondo alcuni, con ingiustificato ritardo (termine 31/07 approvate con giustificazioni relative al momento elettorale – ballottaggio e costituzione della nuova giunta 08/08). Per quanto riguarda lo sport l’intervento più importante è quello sul campo giovani. Da parecchi anni non si effettuava nessun intervento ed oggi grazie alla nostra tempestività nell’aver colto un’opportunità regionale del cofinanziamento delle opere necessarie abbiamo provveduto al “restyling” in tempi brevi. Oggi, per noi, il campo giovani è un fiore all’occhiello, il migliore impianto del genere in provincia. Farmacie comunali abbiamo evitato la vendita. Affideremo con opportune garanzie di un progetto credibile, la gestione alla nostra municipalizzata».

Di contro quali progetti che avrebbe voluto contribuire a portare avanti e per cui oggi non vede prospettive concrete?

«Per tutti la ristrutturazione della ex caserma di cavalleria che rimane un progetto accantonato per cui occorrono ancora idee, progetti concreti, finanziamenti e decisioni conseguenti».

Sulla decisione parcheggi a tempo nell’area ex mercato ortofrutticolo, accolta con commenti negativi sui social, qual è il suo parere?

«Non ho approvato la proposta perché non ero presente in giunta, in ogni caso non sono d’accordo sul far pagare all’utenza quello che prima era un parcheggio gratuito contraddistinto da strisce bianche. Si poteva realizzare un parcheggio ad ore ma a titolo gratuito. Per quanto riguarda altre estensioni di parcheggi a pagamento, ribadisco la posizione del mio partito rappresentata più volte in sede di maggioranza. Attenzione ai problemi dei pendolari non solo nei programmi elettorali. L’Udc ha proposto tariffe agevolate per l’utilizzo dell’autoporto da parte dei lavoratori pendolari e comunque garanzia di un certo numero di posti per libero parcheggio nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Questo sarà un punto che ci vedrà fortemente impegnati. Per quanto concerne infine la richiesta del ripristino del senso unico sulla via Emilia seconda parte, sollecitata con firme dai residenti, premesso che la sede stradale sopporta sia il doppio senso che il parcheggio laterale, non si vede il perché di tale richiesta. Occorre considerare che se si dovesse raccogliere firme tra gli utenti della farmacia comunale, i dipendenti ed i visitatori dell’ospedale, non ci vorrebbe molto a sovvertire l’indicazione dei firmatari che richiedono il senso unico».

Voghera città della casalinga è citata ormai come punta dell’iceberg della “ludopatia” italiana.

«Per limitare il fenomeno abbiamo dato mandato agli uffici di redigere un regolamento che limita l’utilizzo delle macchinette che non possono essere disseminate in ogni locale e a pioggia su tutto il terreno comunale. Per quanto riguarda la “ludopatia” massima collaborazione coi bravi medici dell’ASST che si occupano di curare i soggetti vittime di quello che è una “dipendenza” dei giorni nostri. L’UDC, il nostro partito è da sempre impegnato anche in Parlamento per combattere questo fenomeno che sta diventando sempre più un allarme sociale anche nel nostro territorio».

Affronti alle  ultime elezioni politiche nazionali  la Lega si è presentata con il centro destra, così come in molte parti d’Italia  la Lega  governa con il centro destra. A Voghera invece è all’opposizione. Lei pensa che nei prossimi mesi questa situazione possa cambiare e anche a Voghera la Lega potrebbe passare dall’opposizione alla maggioranza con Barbieri? Lei pensa comunque che questo nuovo ruolo della Lega assunto dopo queste elezioni politiche possa in qualche modo influire e sminuire il ruolo dell’Udc alle prossime elezioni comunali?

«Non penso ad un’entrata in maggioranza della Lega. Al di la dell’ultima presa di posizione nel ballottaggio ove l’aiuto della Lega è stato più formale che sostanziale. In consiglio comunale la Lega, nei fatti, è sempre stata all’opposizione della giunta Barbieri e quindi il patto di maggioranza non la riguarda. Recenti voti negativi, su problemi importanti, testimoniano che non si intende appoggiare questa giunta.            E questo, al di là dei “pruriti” di qualcuno. Il futuro e le prossime scadenze verranno valutate quando ce ne sarà l’occasione. Ogni elezione comunque è un capitolo a se stante. I risultati delle elezioni politiche vedono prevalere  il consenso di opinione e l’esposizione mediatica data dalle tv ai partiti maggiori che si traducono in risultati conseguenti. Per le elezioni comunali la storia è diversa. Il contatto, la conoscenza e la credibilità dei candidati con i cittadini fa la differenza. Questo dimostrano i dati costanti del passato. Amministrare una comunità locale implica la conoscenza delle problematiche e la capacità dei candidati è valutata anche in base all’esperienza e alla determinazione che si dimostra per risolverle».

Così come alle elezioni comunali anche a quelle regionali, con la  candidatura di Simona Panigazzi, l’UDC ha ottenuto un consenso elettorale  alto rispetto alla media nazionale. Qual è il segreto  dell’Udc vogherese per ottenere questi risultati?

«Sia ben chiaro il risultato comunque non ci soddisfa pienamente ma il fatto che una nostra candidata, Simona Panigazzi, sia risultata prima come numero di consensi personali raccolti in città alle ultime regionali, testimonia il “feeling” della candidata con la città e la consistenza di un gruppo, l’Udc, (dove militano anche molti giovani con incarichi di responsabilità) sempre presente ed attento ai problemi della città al di la del ruolo di maggioranza o di opposizione».

Infine una domanda sulle recenti polemiche sollevate dall’opposizione ma anche da ex dipendenti su ASM vendita e servizi e sulla Holding.

«Sarò telegrafico. Si evidenzia la necessità che un’azienda così importante ASM Holding, non può essere gestita da un amministratore unico e da un direttore, unico dirigente, che ricopre la quasi totalità dei ruoli. Auspichiamo al più presto che un consiglio d’amministrazione sostituisca l’amministratore unico».

 

agierre-marzo consorzio2.JPG quarto-serteca consorzio-1-copia BIRRIFICCIO-GRAVANAGO-QUARTO pagina-intera-GALATI-copia ALBANO-INTERA Pietragavina-Pesciolata-va-per-prima Pietragavina-va-per-seconda TecnoSerramenti-copia Zavattarello-Fiera-2018-copia a-tutta-barszi-intera lidobuca-copia romagnese-copia programma-feste-Rivanazzano-Terme-copia studio-medico-tagliani

  1. Primo piano
  2. Popolari