Mercoledì, 21 Febbraio 2018

FUSIONI COMUNI: IN 8 ANNI SONO “SPARITI” 336 COMUNI, E IN OLTREPÒ?

L’effetto fusione ha cambiato la mappa dell’Italia dal 2010 a oggi. Incentivati dal testo unico degli enti locali per garantire risparmi di spesa e una più efficiente gestione dei servizi, gli enti locali hanno portato a termine 85 fusioni (in questo caso dando vita a un nuovo municipio con una diversa denominazione) e 8 incorporazioni (qui invece il comune “incorporante” mantiene il proprio nome) con il coinvolgimento di 429 amministrazioni. Analizzando gli ultimi 8 anni, in base ai dati forniti dal Viminale, è stato il 2016 l’anno record, con l’avvio di 29 aggregazioni (tra fusioni e incorporazioni), superando di poco il 2014 (24) e dopo la “pausa” del 2015 (7). Il trend si è poi stabilizzato nei due anni successivi (14 sia per il 2017 che per il 2018). La Regione al top è il Trentino Alto Adige, che ha portato a temine 23 fusioni e una incorporazione, seguita da Lombardia (17 fusioni e 4 incorporazioni) e Toscana (13 fusioni). Ferme a uno, Liguria, Campania e Calabria, mentre sono ancora a zero Valle d'Aosta, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

A spingere i comuni all'aggregazione ci sono anche gli incentivi economici, previsti dal testo unico degli enti locali, e che dal 2016 sono più che raddoppiati in base a quanto previsto dalla spending review approvata nel 2012 dall'allora governo Monti. Nel 2014 la cifra erogata è stata pari a 9,5 milioni, salita (anche per effetto della crescita delle fusioni) nel 2017 a 37,5 milioni. Dal 2011 ad oggi, in Lombardia sono state approvate 21 fusioni di comuni e sono già tutte operative. In totale, dopo tali operazioni di fusione, risultano 47 i comuni soppressi ed il numero dei comuni della regione è diminuito di trenta unità, passando da 1546 a 1516 comuni. In Oltrepò Pavese ad oggi si conta solo una fusione,  quella dei comuni di Bastida de' Dossi e Cornale, in seguito a un referendum consultivo avvenuto il 1º dicembre 2013 e che ha portato alla costituzione del Comune di Cornale Bastida

 

 

  1. Primo piano
  2. Popolari