Martedì, 12 Dicembre 2017

VOGHERA - NO SLOT, IN USCITA IL VADEMECUM

Proseguono le iniziative, con il contributo di Regione Lombardia, di contrasto al gioco d’azzardo. In settimana verrà distribuito alle attività commerciali vogheresi uno strumento informativo per sensibilizzare la cittadinanza. Realizzato da Asst è rivolto a chi è in difficoltà a causa del gioco d’azzardo o chi conosce qualcuno che ne è affetto e vuole essere di supporto.

Proseguono le iniziative di "Voghera No Slot", il progetto che il Comune tramite l'assessorato al Commercio e alla Cultura sta realizzando con il contributo di Regione Lombardia (30mila euro complessivi) per lo sviluppo e il consolidamento di azioni e di contrasto al gioco di azzardo patologico. In uscita il «Vademecum No Slot», uno strumento informativo che verrà diffuso presso punti di passaggio e negozi in città e nelle manifestazioni che verranno organizzate. Il vademecum informativo verrà distribuito in settimana alle attività cittadine.

Soddisfatto dell’iniziativa il sindaco Carlo Barbieri: «Ringrazio Regione Lombardia per aver creduto nel progetto ma anche tutti gli enti e i soggetti coinvolti, come Camera di Commercio, Università di Pavia, molti Comuni dell'Oltrepo, Ascom, Federconsumatori e chi quotidianamente opera per la lotta alla ludopatia. Si tratta di un’iniziativa inserita all’interno di un ampio progetto».

«Ritengo importante agire contro la ludopatia, attraverso azioni mirate, complementari e rivolte a target differenti - commenta l’assessore Marina Azzaretti - La parola d’ordine è prevenzione, andando ad agire su specifici target e offrendo servizi gratuiti per giovani, anziani e commercianti. Il progetto prevede il forte coinvolgimento del territorio, rendendo i cittadini consapevoli e attivi nell’azione di prevenzione; la comunicazione dei rischi e la creazione di una coscienza "no slot". Questo Vademecum, realizzato da Asst, è una mano tesa a chi è in difficoltà a causa del gioco d’azzardo o a chi conosce qualcuno che ne è affetto e vuole essere di supporto».

Il progetto "Voghera no slot" è piuttosto articolato: da un lato si stanno creando gli strumenti di informazione per sensibilizzare il pubblico più vasto possibile per il contrasto alla ludopatia, sia quella legata alle apparecchiature del gioco d’azzardo lecito sia quella online. E’ già stato realizzato uno spot dove è testimonial il coreografo Garrison, in fase di organizzazione per il prossimo anno la prima giornata no slot a Voghera.

La seconda azione prevede momenti formativi per i ragazzi delle medie, per gli insegnanti e i genitori e per gli studenti del Maserati che sono impegnati nell’alternanza scuola-lavoro. Affiancherà l’azione rivolta alle scuole la ricerca condotta dall’Università di Pavia per analizzare I comportanti dei ragazzi.

Grande novità è la possibilità per i commercianti che vogliono dismettere le apparecchiature del gioco d’azzardo. E’ a disposizione un servizio di assistenza legale gratuità allo sportello “Avvocato No slot” attivato presso l'Ascom di Voghera. Infine si realizzeranno momenti aggregativi alternativi al gioco d’azzardo come feste dedicate ai giochi tradizionali per coinvolgere un pubblico ampio e per educare al valore sociale del gioco sano. E’ in programma anche un concorso d’arte, «La bellezza dell’arte contro la malattia dell’azzardo», dedicato agli artisti vogheresi.

  1. Primo piano
  2. Popolari