Martedì, 12 Dicembre 2017

BRALLO DI PREGOLA: MORTE DEL COMMERCIANTE 51ENNE, IL DEFIBRILLATORE NON FUNZIONAVA

La morte di Daniele Gatti, noto commerciante del Brallo ha sconvolto l’intera comunità, molto conosciuto in paese dove dagli anni novanta gestiva un negozio di abbigliamento sportivo. Aveva 51 anni Daniele quando Domenica pomeriggio è stato stroncato da un infarto proprio nel suo negozio. I soccorsi sono stati tempestivi, nelle vicinanze infatti erano presenti due volontari della Croce Rossa che gli hanno fatto i primi massaggi cardiaci. Subito dopo è arrivata l'ambulanza proveniente da Varzi e l'elisoccorso inviato dalla sala operativa del 118 che è atterrato in una zona vicina al centro abitato. Presente anche il Sindaco del Brallo nonché farmacista del paese. Si è fatto proprio tutto per salvare la vita di Daniele Gatti, ma una domanda in questa tragica vicenda rimane: perché il defibrillatore non ha funzionato? L’apparecchio si trovava proprio a 15 metri dal negozio di Daniele Gatti, davanti alla sede del municipio e se fosse stato funzionante non si sarebbe “perso” tempo a recuperarne un altro, ben più distante, presso il Centro Tennis di Pregola. Il Sindaco fa sapere di aver già avvertito l’Areu, l’Azienda regionale emergenza urgenza, segnalando quanto accaduto. Il defibrillatore in questione ora sarà ritirato e controllato per capire come mai non sia entrato in funzione quando serviva. Daniele Gatti è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di San Donato ma purtroppo i tentativi da parte dei soccorritori sono stati inutili. Il suo cuore ha cessato di battere e forse, probabilmente nulla avrebbe potuto salvarlo, neppure il defibrillatore in questione.

  1. Primo piano
  2. Popolari