Lunedì, 23 Ottobre 2017

VOGHERA, COMMERCIANTI-SINDACO, ARRIVA LA SCHIARITA: “MA TENIAMO ALTA LA GUARDIA”

Si distende il clima generale tra commercianti e Amministrazione comunale di Voghera. Dopo le polemiche scaturite da alcune dichiarazioni del sindaco Carlo Barbieri contenute in un’intervista rilasciata al nostro giornale (la frase che aveva scatenato le ire dei piccoli commercianti del centro era contenuta nel passaggio in cui il primo cittadino li invitata a riflettere sul perché molte persone preferiscano i supermercati) ieri sera l’incontro chiarificatore si è tenuto nella cornice della sala Zonca. Oltre al sindaco Barbieri c’erano l’assessore al commercio Marina Azzaretti e le associazioni di categoria Acol e Ascom, rappresentate da Giancarlo Maconi e Paolo Rainelli. Nella platea una nutrita rappresentanza dei commercianti vogheresi. Circa 70 le persone accorse. La fase iniziale della riunione ha visto qualche momento di tensione dovuto al fatto che uno dei commercianti presenti ha attaccato duramente il sindaco fino a che non è stato convinto ad allontanarsi dai suoi stessi colleghi. Dopo un po' si è ripresentato all’esterno della sala e ha dato in escandescenze con improperi, urla e schiamazzi prima di allontanarsi definitivamente. Episodio però isolato, che non altera la sostanziale tranquillità dell’incontro. Entrambe le parti hanno spiegato le proprie posizioni. Il sindaco, in accordo con l’assessore alla partita Azzaretti, ha aperto le braccia e le porte di palazzo Gounela alle idee e alle proposte dei commercianti. Il presidente di Acol Giancarlo Maconi si dice soddisfatto. "Abbiamo apprezzato l’iniziativa e la disponibilità del sindaco. Se è vero che non è possibile fermare i supermercati è altrettanto vero che noi piccoli commercianti dobbiamo fare qualcosa per reagire e avere in questo l’appoggio dell’amministrazione è fondamentale".

Dai commercianti sono arrivate poi specifiche richieste all’Amministrazione. "Parcheggio libero in piazza Duomo il sabato pomeriggio, la prima mezz’ora libera e strisce blu a disco orario nei giorni di mercato" spiega Maconi. Che ha poi fatto notare altri aspetti. "Sarebbe una buona cosa una sensibile riduzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e un maggiore impegno dell’Amministrazione sul fronte della pulizia, dell’arredo urbano e dell’ordine pubblico. Non è un buon biglietto da visita – continua il numero uno di Acol – la presenza di escrementi di animali e sporcizia varia per le vie centrali, mentre sul fronte della sicurezza è fresca la notizia di un uomo che si aggirava vicino al centro tranquillamente armato di coltello. Non deve diffondersi l’impressione che a Voghera ognuno può fare ciò che vuole". Pace fatta dunque, seppur con qualche riserva. "Teniamo alta la guardia per cercare di portare a casa il massimo che possiamo. Con il Comune ci riaggiorniamo a fine ottobre per fare nuovamente il punto della situazione e valutare l’esito delle prime iniziative".

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari