Domenica, 22 Ottobre 2017

VOGHERA – “BARBIERI COME LO SCERIFFO DI NOTTINGHAM: TOGLIE AI COMMERCIANTI PER SOSTENERE I SUPERMERCATI”

L’ex candidato sindaco Pier Ezio Ghezzi, attacca il sindaco Carlo Barbieri, in merito alla questione commercianti-supermercati. Ecco quanto scrive Ghezzi :

“Il sindaco accusa i commercianti di non saper fare il loro mestiere. Non solo: è convinto che la causa dell’impoverimento del centro storico dipenda dai negozianti perché vogliono arricchirsi con prezzi stratosferici. Non escludo che dichiarerà che girano tutti con la Porsche (avendolo fatto con me). Per la prima volta in Italia, un sindaco promuove, di fatto, una azione amministrativa “(class action)” contro il commercio della sua città, imputandolo di fare soldi ai danni dei vogheresi. Il sonno della ragione genera mostri, sosteneva Goya. A Palazzo Gounela genera insulti nei confronti di un’intera categoria di operatori. Barbieri e la sua giunta, - tutti insieme appassionatamente -, hanno approvato un piano regolatore (PGT) che prevedeva l’aumento della popolazione sino a 60.000 abitanti, e un’area di 475.000 mq per l’insediamento di media e grande distribuzione. Un’ estensione gigantesca! Voghera ha oggi 40.000 residenti: ne mancano 20.000 all’appello a fare ressa nei negozi del centro. Di chi è la responsabilità? Dove sono scritte le linee strategiche della giunta sul Distretto del Commercio? La grande distribuzione non è arrestabile, ma contenibile sì. Un PGT focalizzato sulla riqualificazione del centro storico avrebbe modificato il profilo di Voghera, il nostro modo di vivere e aiutato i commercianti. Ma gli appetiti della speculazione hanno prevalso.

Oltre agli insulti il dileggio. Il Comune ha concesso alla UPIM di comunicare la sua apertura con l’utilizzo di un triciclo attrezzato con i promotori che chiedono ai commercianti di sottoscrivere la carta fedeltà! Fermare Barbieri si può. Noi ci siamo da tempo e ci siamo anche ora.”

giift

  1. Primo piano
  2. Popolari