Martedì, 14 Luglio 2020
 
Economia

Economia (169)

L’attesa riapertura di bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e gelaterie ha un effetto valanga sull’agroalimentare nazionale con la ripresa degli acquisti di cibi e bevande che vale almeno 20 miliardi all’anno a pieno regime. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’attesa riapertura lunedi 18 maggio delle attività di ristorazione decisa dal Governo con l’accordo delle regioni. Il lungo periodo di chiusura – sottolinea la Coldiretti – ha pesato su molte imprese dell’agroalimentare Made in Italy, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo…
L’emergenza Covid19 ha colpito l’intera filiera vitivinicola italiana. Pesa la chiusura di bar, ristoranti e il calo dell’export ma buoni segnali arrivano nelle vendite online e nella distribuzion moderna (Iper, supermarket, discount).Nei primi tre mesi e mezzo dell’anno le vendite di vino nella distribuzione moderna, secondo una analisi Iri per Vinitaly da inizio dell’anno a Pasqua, hanno registrato una crescita a volume del 7,9% (+ 6,9% a valore) rispetto allo stesso periodo del 2019. Nel dettaglio i vini Doc e Docg sono cresciuti del 6,8% (+ 7,6% a valore), i vini Igp e Igt del 10,5% (+7,7% a valore), i…
Frutta - La crisi dovuta all’epidemia, in molti casi, è andata a sovrapporsi a problemi preesistenti. È il caso, per esempio, della frutticoltura. Abbiamo intervistato a questo proposito un imprenditore agricolo della Valle Staffora, il signor Aldo Agosti. Quali sono le problematiche più urgenti alle quali dovete far fronte? «Il problema principale è che non si sa cosa accadrà. Prima di tutto ci saranno problemi per la raccolta, per via della manodopera: i pochi pensionati gli studenti saranno difficili da reperire. Poi non possiamo sapere come andranno le vendite, dopo questo periodo. Ma soprattutto il problema che abbiamo riguarda il…
Caterina Brazzola è la titolare, insieme alla sorella Giovanna, dell’azienda Montelio di Codevilla. Una cantina fra le più storiche dell’Oltrepò, che ha cercato nell’innovazione digitale la risposta alle sfide che questo momento di crisi comportano. Senza dimenticare, tuttavia, il rapporto diretto con i consumatori, soprattutto locali. Su questo aspetto la risposta dell’azienda si è concretizzata, per esempio, nella distribuzione gratuita di una bottiglia di spumante a tutti gli abitanti di Codevilla, in occasione delle festività pasquali. Un gesto che definiremmo di grande generosità, più che di marketing. E, difatti, apprezzatissimo da ogni parte, proprio perché sincero. Caterina Brazzola è anche…
Patrizia e Cecilia Beltrami, dell’Azienda Agricola Beltrami di Soriasco (Santa Maria della Versa) si dicono preoccupate per il futuro: «Siamo un nucleo famigliare di 4/5 persone attive in azienda e insieme ai nostri 2 dipendenti fissi siamo riusciti a finire i lavori più necessari in tempo. Ci preoccupa il futuro: si teme anche per la vendemmia perché ci sarà poca manodopera». Com’è il lavoro in vigna in questo periodo di lockdown? «Il nostro lavoro per il momento non ha avuto danni troppo gravi da pandemia, anche se abbiamo dovuto riorganizzare la normale quotidianità; siamo stati fermi con le vendite per…
Nuovo intervento di Regione Lombardia per il territorio dell’Oltrepò Pavese e dell’Appennino Lombardo con la riapertura del bando che aiuta le start up e mette a disposizione ulteriori 316.803 euro dei fondi del Programma Operativo Regionale (Por) – Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020. Le domande Si potranno presentare le domande dalle ore 12 del 5 maggio fino alle ore 17 del prossimo 4 giugno 2020 attraverso la piattaforma informativa Bandi on line, gestita da Aria spa. Decreto dirigenziale La riattivazione è prevista dal decreto dirigenziale varato dall’Assessorato guidato da Alessandro Mattinzoli, responsabile per lo Sviluppo economico della Giunta…
 
 
  1. Primo piano
  2. Popolari