Lunedì, 13 Luglio 2020
 

DISTILLAZIONE DEL VINO FINANZIATA DALL'UNIONE EUROPEA PER PRODOTTO INVENDUTO CHE DIVENTERÀ GEL DISINFETTANTE O BIOETANOLO

Parte dalla Francia la distillazione del vino finanziata dall'Unione europea dove 200 milioni di litri di prodotto invenduto diventeranno gel disinfettante o bioetanolo. Questo, mentre in Italia manca ancora il decreto applicativo per attuare una misura analoga per oltre 150 milioni di litri di prodotto. Lo afferma la Coldiretti, nel ricordare che si tratta di una misura per fronteggiare la carenza di alcool ma anche la crisi del vino in Europa, dove le vendite sono praticamente dimezzate durante il lockdown. Se i viticoltori francesi potranno destinare alla distillazione tutti i vini, denominazioni comprese come lo champagne, in Italia il provvedimento riguarda solo quelli comuni, accompagnato da interventi previsti dal Dl Rilancio come la vendemmia verde per ridurre le rese di quelli di qualità. Misure importanti sulle quali, denuncia la Coldiretti, si registra un pesante ritardo nell'attuazione a quasi 2 mesi dall'inizio della vendemmia quando sarà necessario aver già liberato posto per il vino nuovo nelle cantine.

A pesare, sottolinea la Coldiretti, è stata la chiusura forzata della ristorazione in Italia e all'estero che ha provocato un forte calo delle esportazioni dopo il record di 6,4 miliardi di euro nel 2019. La realtà, conclude la Coldiretti, è che in Europa al momento si brinda solo in farmacia

 
 
  1. Primo piano
  2. Popolari