Lunedì, 19 Agosto 2019

OLTREPÒ PAVESE - UNIONE DEI COMUNI "BORGHI E VALLI DELL'OLTREPO'" CRESCITA SOSTENIBILE, FINANZIATO IL PROGETTO MAC VILLAGES

Il progetto MaCVillages è stato appena approvato dalla Commissione Europea a valere sul Programma Interreg Central Europe.  I borghi dell'Oltrepo' pavese saranno i luoghi di sperimentazione in Italia

MacVillages è l'acronomico di "Make Creative Villages - Initiate Cooperation between CCI and Villages” (“Rendere i Borghi Creativi – avvio di processi di cooperazione tra Industrie Culturali-Creative e Borghi”). E' stato appena selezionato e finanziato nell'ambito della terza call del Programma Interreg Central Europe.

La priorità di Programma sulla quale insiste è la cooperazione in ambito di risorse naturali e culturali per la crescita sostenibile dell’area dell'Europa Centrale.

Attraverso MacVillages si andranno a migliorare, nei territori coinvolti, le capacità nell'uso sostenibile del patrimonio culturale e naturale

Il progetto, la cui durata è di 30 mesi coinvolge partner tedeschi, italiani, austriaci, sloveni e ungheresi. In particolare:

Technology and Business Incubator Centre “Fläming” GmbH (capofila) - Germania

SRH Hochschule Berlin - Germania

Associazione Borghi Autentici d'Italia - Italia (partner associato in Italia nel territorio del quale verranno realizzate le azioni di progetto: Unione dei Comuni "Borghi e Valli dell'Oltrepo'" (PV)

Regional Management Burgenland - Austria

BSC, Business Support Center Ltd. Kranj - Slovenia

E-Institute - Slovenia

South-Transdanubia n Area- and Economic Development Nonprofit Ltd. - Ungheria

Cultural Labor Social Cooperative - Ungheria

In sintesi, il progetto ha l'obiettivo principale di sviluppare una metodologia di facile applicazione in un processo iterativo a livello locale e regionale per avviare iniziative innovative di cooperazione con le Industrie Creative e Culturali (ICC). Alla base vi è il concetto di “innovazione frugale” (fare di più con meno) che è in grado di rispondere in contesti con risorse limitate, come nel caso delle nelle aree rurali. Durante il progetto verranno testati una serie di metodi di innovazione in tre borghi per regione partner. I metodi saranno di facile applicazione e promuoveranno uno sviluppo rapido e congiunto di competenze e reti innovative.

Il progetto riunisce soggetti partner provenienti da diversi settori  in un processo di dialogo multilivello. I portatori di interesse nelle aree rurali spesso mancano di competenze in materia di innovazione e circa i metodi per avviare processi di cooperazione con imprese innovative. Pertanto, le Industrie Creative e Culturali (ICC) vengono considerate solo occasionalmente come potenziali partner di cooperazione per i piccoli Comuni (borghi) al fine di valorizzare le loro molteplici risorse culturali locali e per trovare idee innovative utili a sostenere iniziative di promozione dei territori.

Le ICC nelle aree rurali rappresentano un potenziale inespresso nell’area geografica dell’Europa centrale. Lo sviluppo del settore creativo nelle aree rurali ha il potenziale per generare imprese sostenibili e di qualità, nonché opportunità di lavoro e contribuire alla diversificazione di iniziative di sviluppo locale nelle zone rurali.

Il progetto implementerà 48 workshop di innovazione in sei aree localizzate in Germania, Austria, Italia, Slovenia e Ungheria, promuovendo la cooperazione tra attori locali e ICC. Più di 200 stakeholders verranno formati per consentire loro di implementare i metodi di innovazione sviluppati nel corso del progetto. Agendo in tale modo, i portatori di interesse nei borghi coinvolti potranno creare condizioni favorevoli per lo sviluppo delle ICC e reti innovative per nuovi prodotti e servizi che utilizzino al meglio le loro risorse culturali e naturali.

Il-periodico-FASTCON Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari