Sabato, 17 Novembre 2018

INVERNO GELIDO ED ESTATE TORRIDA: LA SEQUENZA DI QUESTE CONDIZIONI METEOROLOGICHE RISCHIA DI AVERE UN IMPATTO PESANTE SUI PREZZI DEL GRANO.

Inverno gelido ed estate torrida: la sequenza di queste condizioni meteorologiche rischia di avere un impatto pesante sui prezzi del grano. Che, secondo alcuni analisti, potrebbe tornare ai picchi del 2012. E un peggioramento delle condizioni climatiche potrebbe ulteriormente aggravare la condizione.

L'allarme arriva dal Wall Street Journal, che cita diversi analisti del settore, secondo i quali "ogni ulteriore calo delle forniture potrebbe condurre il mercato in condizioni di grossa scarsità di offerta", con un evidente impatto sui prezzi di grano e cereali e ripercussioni a catena su quelli di pane e pasta, ad esempio.

Secondo il rapporto la produzione è in sofferenza in Unione Europea, Russia, Stati Uniti, Canada, Ucraina, Pakistan Australia e Turchia. Il Ministero dell'Agricoltura a stelle e strisce ha già stimato che la produzione globale di grano calerà da 758 milioni di tonnellate della raccolta 2017-18 a 730 milioni per il 2018-19. Il Canada ha appena tagliato le stime di produzione di 300.000 tonnellate, rispetto ai 30,3 milioni di tonnellate previsti solo nel luglio scorso.

IL-PERIODICO-MEZZA-PAGINA-enel-coghera Il-periodico-FASTCON ADORNO-aprile Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari