Giovedì, 12 Dicembre 2019

VOGHERA - LAV OLTREPO: L’AMMINISTRAZIONE SI DIMOSTRA POCO SENSIBILE AI DIRITTI DEGLI ANIMALI

Dal 15 al 18 marzo Voghera accoglie in piazzale Fermi l’ennesimo circo che sfrutta gli animali per i propri spettacoli. Si tratta del circo Montecarlo della famiglia Bellucci, che vanta di avere oltre 60 animali, fra cui volatili, cavalli, tigri e una giraffa.

Esseri senzienti destinati ad una vita itinerante, costretti in gabbia lungo viaggi infiniti a temperature proibitive, condannati alla continua coercizione finalizzata a far compiere loro gesti assolutamente innaturali. Tutto per uno “spettacolo” che ormai interessa e diverte ben pochi: la stragrande maggioranza degli italiani (il 71% secondo dati Eurispes), è infatti contraria alla presenza degli animali nei circhi.

Il Disegno di Legge 1568 che prevede il graduale superamento dell’uso degli animali nell’ambito del “riordino del settore dello Spettacolo” è stato approvato dal Governo uscente e presto anche in Italia non si potranno più utilizzare animali in circhi e spettacoli viaggianti, come già succede in oltre 50 Paesi di tutto il mondo.

L’Amministrazione vogherese si dimostra invece ancora una volta poco sensibile ai diritti degli animali, nonostante le promesse rese pubblicamente da un Assessore Comunale nel 2015, che dichiarava di voler “aggiungere un regolamento per limitare il più possibile la presenza di altri circhi con animali”.

La stessa Amministrazione, raggiunta telefonicamente, ha lasciato intendere che non esiste una specifica Normativa Comunale relativa all’attendamento dei circhi, nemmeno per quanto riguarda le misure adottate per garantire la sicurezza e la pubblica incolumità dei cittadini, in presenza di animali esotici, definiti pericolosi.

ENPA Voghera e LAV Oltrepò Pavese, hanno più volte richiesto alla P.A. di emanare un Regolamento che vincolasse l’attendamento dei circhi in città secondo criteri di detenzione e gestione degli animali che tenessero conto delle loro esigenze etologiche, ma senza alcun risultato.

Raccogliendo quindi le lamentele e la volontà dei cittadini, che anche in queste ore stanno manifestando il proprio dissenso rispetto alla presenza di un circo con animali a Voghera, nei prossimi giorni le Associazioni Animaliste promuoveranno localmente una petizione popolare per un circo senza animali.

Anche questa volta l’Amministrazione Comunale vogherese ha perso un’occasione per dare un segnale di civiltà, a differenza di altri comuni, quali Alessandria e Ferrara, che hanno dato ascolto alla sensibilità dei cittadini che non vogliono più vedere animali in gabbia. Scelte importanti, che ricadono anche sulle nuove generazioni a cui si ritiene necessario infondere valori di rispetto e civiltà, come recentemente accaduto a Burolo (Torino), dove i Dirigenti Scolastici hanno rifiutato i biglietti omaggio di un circo con animali, offerti agli alunni delle scuole elementari.

Le Associazioni si uniranno in presidio di fronte al circo attendato in via Fermi, per manifestare pacificamente per i diritti degli animali.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPO A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari