Martedì, 12 Dicembre 2017

OLTREPÒ PAVESE: LEI CHIEDE LA SEPARAZIONE, LUI LE PROPONE DI… FARSI LAPIDARE

Un 59enne iraniano non accetta la separazione dalla moglie e le propone di farsi giudicare in Iran, dove per le adultere vige la pena di morte. Ha cercato di convincerla a farsi giudicare in Iran per adulterio e, se ritenuta colpevole... farsi lapidare. E' a processo un 59enne iraniano residente in Oltrepò Pavese, già condannato a otto mesi di carcere e 20mila euro di risarcimento nei confronti della moglie, connazionale di 39 anni, "rea" di avere interrotto la loro relazione chiedendo la separazione nel 2015. Da allora l'uomo ha iniziato a minacciarla e perseguitarla in tutti i modi, cercando anche di farle perdere il posto di lavoro. Sino a giungere ad avanzare la folle proposta durante una udienza di separazione davanti al giudice: farsi giudicare nel proprio Paese d'origine, dove per le donne riconosciute colpevoli di adulterio vige la pena di morte. Naturalmente la richiesta non ha avuto naturalmente esito. Nel frattempo il 59enne comparirà nuovamente davanti a giudici italiani a dicembre: ha cercato di buttare fuori strada la moglie, madre dei suoi due figli, provocando un incidente in cui la donna è rimasta ferita

  1. Primo piano
  2. Popolari