Martedì, 26 Maggio 2020

STRADELLA - PRO LOCO RINNOVATA: «PIÙ GIOVANI NEL DIRETTIVO PER DARE UNA NUOVA IMPRONTA»

Nei mesi scorsi c’è stata una sorta di rivoluzione all’interno della Pro Loco di Stradella. Il 25 novembre scorso l’assemblea dei soci ha espresso un nuovo direttivo, a capo del quale è stata nominata Elena Valizia. Insieme a lei ci sono Marisa Covini e Francesco Chirico, rispettivamente vice presidente e vice presidente vicario, il segretario Monica Bossi, il tesoriere Antonella Zucconi e i revisori dei conti Mariassunta Perotti, Mattia Grossi e Angelo Gramegna. Sono inoltre stati istituiti dei nuovi gruppi di lavoro, tra cui l’ Ufficio Stampa, con una forte partecipazione di giovani, che si occupa di comunicazione, grafica e social. Insieme al nuovo gruppo rimarranno però anche i “pilastri” di quello precedente, alla cui esperienza si è deciso di non rinunciare. 

Valizia, come mai si è deciso di fare una nuova Pro Loco?

«Più che di una nuova Pro Loco, si tratta di una Pro Loco “rinnovata”: il consiglio di amministrazione uscente, nonostante non fosse ancora scaduto il suo mandato, ha deciso di procedere a nuove elezioni per consentire l’ingresso di nuove figure nell’organismo dirigente. In più, per la prima volta, c’è stato un coinvolgimento di giovani che hanno contribuito a portare a questa associazione una nuova impronta. Io personalmente ho voluto nel nuovo direttivo la presenza di figure nuove per dare la possibilità al gruppo giovani di avanzare idee innovative e promuovere una progettualità rispondente all’interesse comune. Ma ho anche desiderato fortemente la presenza e la collaborazione di coloro che hanno ‘fatto’ la Pro Loco, i veri pilastri dell’associazione che, con la loro esperienza e la loro instancabile presenza attiva, hanno permesso di arrivare fino a qui».

Come pensate di lavorare con Comune e commercianti?

«Fermo restando i reciproci ruoli, è ferma la volontà di collaborazione con il Comune. Per quanto riguarda i commercianti, confidiamo nella loro costante collaborazione, in quanto i nostri eventi, hanno come finalità la valorizzazione della città e del territorio circostante e di tutte le sue attività».

Cosa avete in mente per la “vostra” Stradella?

«Oltre a collaborare con gli eventi proposti dall’amministrazione comunale, la Pro Loco intende creare e organizzare anche altre manifestazioni d’ambito culturale e tra queste stiamo pensando, ad esempio, al cinema all’aperto. Poi faremo eventi tradizionali, come il classico mercatino per l’8 dicembre. Questo è un appuntamento irrinunciabile: è qualche anno che va molto bene, richiama molti espositori, ci sono intrattenimenti per i bambini… insomma un evento che ci diverte, ci soddisfa e ci ripaga per gli sforzi fatti».

Altre manifestazioni in programma?

«L’amministrazione comunale ci ha chiesto di esserci per una nuova manifestazione, che si chiama ‘Sportiva’. Sarà una sorta di villaggio di tutti gli sport presso il palazzetto, dove noi come Pro Loco allestiremo la nostra struttura e le nostre cucine, e per tre giorni forniremo pasti magari abbastanza mirati per gli atleti. Una cosa nuova e originale. E poi ancora la tradizionale festa di Sant’Anna a luglio, nella frazione di Torre Sacchetti, Tregustando, che sarà la festa della via Trento e Vinuva, che è sempre il nostro fiore all’occhiello. Come sempre sarà a settembre e ci sarà la tradizionale esposizione dei nostri produttori di vino, per valorizzare il nostro territorio: anche qui allestiremo, grazie ai nostri uomini instancabili, la tensostruttura. Sono di solito giorni impegnativi, con un grande lavoro dietro, però ci dà davvero sempre molta soddisfazione vedere l’afflusso incredibile di pubblico».

Qual è il vostro sogno per il futuro?

«è quello di avere a Stradella una struttura fissa adibita a cucina attrezzata nel centro della città, per evitare di dover ogni volta, in occasione di una manifestazione, allestire all’interno di una tensostruttura le attrezzature e le apparecchiature necessarie per la ristorazione».

di Elisa Ajelli

  1. Primo piano
  2. Popolari