Martedì, 10 Dicembre 2019

VOGHERA - VIOLENZA SULLE DONNE, UN SUCCESSO LA CONFERENZA DELLA CROCE ROSSA

Ha riscosso successo la conferenza "...questo NON è AMORE", dedicata al tema della violenza di genere e ospitata lunedì sera nella sede della Croce Rossa in via Carlo Emanuele III. La serata, condotta dal giornalista Claudio Micalizio, è stata aperta dall'indirizzo di saluto di Ondina Torti: oltre a fare "gli onori di casa", la presidente della CRI vogherese ha spiegato perché l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha scelto proprio il 25 novembre - data del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle dominicane Mirabal - per celebrare la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Molto apprezzate le testimonianze di Silvano Bison e Maurizio Bertelegni, volontari della CRI che, nel contesto delle attività di emergenza, hanno avuto modo di soccorrere e dare sostegno alle vittime di violenza. Di particolare rilievo poi l'intervento di Antonio Gavino Manunta, dirigente del Commissariato di Polizia di Voghera, così come quello della scrittrice Marina Carbone, incentrato sulla figura della scultrice francese Camille Claudel. Ma il contributo più corposo è stato senza dubbio quello di Cristina Boffelli, presidente della Onlus C.H.I.A.R.A. - Centro antiviolenza di Voghera, che ha illustrato ai presenti le procedure di accoglienza, tutela e sostegno alle donne che hanno subito violenza fisica o psicologica, non senza riferimenti ai percorsi di inserimento lavorativo attivati per garantire autonomia alle vittime. Presenti in sala anche militari dell'Arma dei Carabinieri e uomini della Guardia di Finanza, a riaffermare la sensibilità delle forze dell'ordine verso un tema di allarmante attualità.

Prima della conferenza, è stata inaugurata la nuova "panchina rossa" all'esterno della sede della CRI, un monito contro l'indifferenza che spesso circonda i casi di maltrattamento tra le mura domestiche

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari