Lunedì, 20 Gennaio 2020

OLTREPÒ PAVESE - ULTIMI GIORNI PER CONTRIBUIRE AL CROWDFUNDING DEL CANTAUTORE VOGHERESE CHRISTIAN DRAGHI

Il musicista vogherese Christian Draghi ha da qualche tempo iniziato una raccolta fondi per finanziare il suo primo album da solista. Un’esperienza nuova, dopo 10 anni trascorsi calcando i palchi di mezza Europa nel trio rock oltrepadano Doctor Cyclops, con cui ha inciso tre dischi. “Un paio d’anni fa ho attraversato una crisi personale e scrivere le canzoni per questo disco, che si chiamerà ‘Black Roses and Hats’ (“Rose nere e Cappelli” ndr)  è stata la mia terapia” spiega Draghi. A supporto di questo lavoro “in proprio” ha scelto di puntare sul crowdfunding, una sorta di finanziamento collettivo per cui, ad ogni donazione, corrisponde una ricompensa commisurata. Una pratica sempre più diffusa grazie alla quale molti artisti indipendenti sono riusciti, attraverso il web, a sponsorizzare i propri progetti. Il crowdfunding di Draghi terminerà il 13 giugno prossimo, data entro la quale dovrà per forza di cose raggiungere la cifra che si è prefissato, pena la perdita delle ricompense ricevute finora.

 Come funziona il sistema?

“Ho presentato un progetto alla piattaforma web Ulule.com, mi sono prefissato un obiettivo monetario da raggiungere e un termine. Nel mio caso 1.000 euro in 50 giorni. Al momento sono al 66% dell’obiettivo”.

Come mai questa scelta?

“Mi sono detto: perché non tentare? Il mercato musicale è cambiato molto negli anni. Oggi grazie alla tecnologia in tantissimi possono registrare dischi e proporsi al pubblico attraverso il web e questo ha generato un’offerta che supera la domanda. Per questo le case discografiche quasi mai investono (rischiando di loro) un capitale su un progetto nuovo. Di conseguenza le spese per la produzione e la registrazione di un disco oggi ricadono quasi sempre sulle spalle dell’artista. E sono spese importanti, difficili da sostenere da soli”.

Ma come si fa a partecipare?

“Basta iscriversi sul sito Ulule.com e poi cliccare sul tasto “contribuisci” e scegliere la cifra che si intende donare con una carta di credito o Paypal. Non esiste un limite, né in basso né in alto, ogni donazione è accettata”.

Cosa ottiene chi partecipa?

“Ho deciso una serie di premi, in base al peso economico del contributo. Si va da quello base che è il cd stesso (in pratica funziona una sorta di preordine) fino ad altri più impegnativi, come ad esempio un concerto privato”.

Se non raggiunge il suo obiettivo?

“Non otterrò nulla e le donazioni saranno riaccreditate a chi le ha fatte”.

Che tipo di album sarà questo “Black Roses and Hats”?

“Sarà un album ispirato dalla musica rock e cantautorale inglese, quella di cui mi sono innamorato quando da ragazzo ho iniziato a suonare la chitarra e a scrivere le primissime canzoni, ai tempi del liceo Grattoni”.

Quali sono le sue influenze musicali?

“Su tutte direi i Beatles (Lennon in particolare), Clapton, Bob Dylan, Jethro Tull, conditi con un goccio di psichedelìa e qualche atmosfera della Seattle grunge dei primi anni 90”. 

PER CONTRIBUIRE AL PROGETTO https://it.ulule.com/christian-draghi/

PAGINA FACEBOOK https://www.facebook.com/christiandraghimusic

  1. Primo piano
  2. Popolari