Sabato, 17 Novembre 2018

VOGHERA - FUOCHI D’ARTIFICIO PER LA SENSIA: FAVOREVOLI O CONTRARI?

Quando si parla di fuochi di artificio per la “Sensia” Voghera si divide sempre in due: quelli del sì, e quelli del no. Da una parte, quella popolata solitamente da persone legate alla tradizioni, si schierano quelli in favore dei giochi pirotecnici, mentre dall’altra parte, quella popolata da persone con sentimenti più ambientalisti si battono in favore “della pace e della serenità”. Abbiamo voluto, intervistando alcune persone in piazza Duomo ed in via Emila, conoscere le opinioni della gente di strada.

«Non escludo il fatto che molti apprezzano i fuochi pirotecnici – afferma il Signor Claudio, ma quando Voghera, a discapito delle persone ammalate, degli anziani e dei bambini, fa rivivere la guerra in Siria, credo che qualcosa si dovrebbe cambiare».

«Contrario ai fuochi, per motivi che i vogheresi  non si sono mai posti – dichiara il Signor Luca – vogherese doc da generazioni - primo inquinamento, infatti per colorarsi i fuochi necessitano di metalli che una volta combusti vengono dispersi nell’aria, unitamente a diossine, polveri sottili e altre sostanze chimiche altamente cancerogene che respiriamo allegramente. Sono stati condotti anche studi sull’inquimento da fuochi d’artificio e le città civili stanno iniziando a sostituirli con altre attrazioni (es. giochi di luce). Secondo punto gli animali. I botti sono capaci di spaventare, spesso a morte, la fauna ornitologica dei dintorni. Terzo motivi economici. E che pensavate che si sparasse gratis? Il comune con quei soldi potrebbe riparare alcune buche delle strade o diminuire le tasse. Credo che di questi tempi, dove la tassazione locale è molto alta almeno i soldi per i fuochi d’artificio possiamo risparmiarceli».

«Il discorso sull’inquinamento è spettacolare, più dei fuochi… vuoi vedere ora che la causa dell’inquinamento sono i fuochi d’artificio che si sparano ogni anno per la Sensia???? – dichiara Gabriele che ha ascoltato le parole di Luca - Ma fammi il piacere! E poi puntuale come un orologio svizzero il problema degli animali! Ma per favore, allora per Capodanno girate di casa in casa per evitare che chiunque spari anche il più piccolo petardo!

Personalmente sono favorevolissimo ai botti della Sensia, ci sono sempre stati e non hanno mai fatto male a nessuno. Smettetela di fare i perbenisti ad ogni costo! Godetevi anche voi lo spettacolo!».

«Coloro che sono contrari ai fuochi della Sensia sono gli stessi che pubblicano su facebook  le scemenze di lercio – dichiara il Signor Franco - nonchè i deliri di coloro che hanno messo in giro la bufala dei 5000 animali morti per colpa dei fuochi a Capodanno, ogni anno muoiono animali a Capodanno ma quando viene chiesto materiale fotografico della strage annuale causata dai fuochi e dai petardi non viene fuori nulla. Dicono che i fuochi inquinano, una scintilla colorata una volta ogni tanto inquina più o meno di 1 secondo di emissioni della raffineria di Sannazzaro... però nessuno dice niente riguardo la raffineria, si guarda la pagliuzza e non l’albero».

«La parola d’ordine è salvaguardare animali e persone. Ci dice la Signora Graziella - sono assolutamente contraria ai fuochi d’artificio alla fiera dell’Ascensione, gli animali domestici, infatti, vengono letteralmente terrorizzati dal rumore dei fuochi. Molti cani e gatti fuggono dai loro giardini, scavalcando recinti ed ostacoli che normalmente sono sufficienti a contenerli e spesso, disorientati, non riescono più a ritrovare la via di casa, vagano spaventati rischiando di farsi investire, per non parlare delle innumerevoli conseguenze sulla salute degli stessi. Sono riportati collassi cardio-circolatori, shock, disturbi gastroenterici, cistiti (soprattutto in gatti dove il loro stress viene manifestato anche nei giorni successivi con patologie a carico dell’apparato urinario), tremori, disorientamento, forme ischemiche, tachicardia grave, a volte si rivelano fatali per la sopravvivenza dell’animale, soprattutto con patologie sottostanti o in cani anziani cardiopatici».

«Come ogni anno ci saranno discussioni sui fuochi della fiera- ci dice il Signor Marcello - io voglio porre una domanda al nostro sindaco: se a capodanno ha emesso l’ordinanza contri i botti ed ha dichiarato che avrebbe addirittura impiegato le forze dell’ordine a farle rispettare, perché alla Sensia per lo stesso motivo non è contrario? O sbaglia a Capodanno o sbaglia alla fiera dell’Ascensione. Si decida!

Il coro degli animalisti è unanime nel chiedere agli amministratori di vietare i fuochi d’artificio, che spaventano cani, gatti e altri animali domestici e selvatici ed io concordo con loro».

«Mettere da parte i fuochi d’artificio col botto e fare a Voghera soltanto quelli con sottofondo musicale, seguendo l’esempio di altre località nazionali ed internazionali - la proposta della Signora Virginia - si può risolvere la questione trasformandola in un’opportunità andando a risolvere il continuo litigio tra abitanti pro e contro i fuochi. Esiste una soluzione raffinata che forse pochi conoscono e alla quale pochi forse  hanno assistito e mi riferisco ai fuochi d’artificio senza botto e con una musica che si adatta di volta in volta ai vari giochi pirotecnici. La magia dei fuochi in musica è uno spettacolo straordinariamente emozionante è una soluzione che metterebbe d’accordo tutti e che non arrecherebbe danno a nessuno». «I fuochi d’artificio sono pericolosi per chi li costruisce e per chi li utilizza – dice la Signora Valeria - Botti e fuochi d’artificio sono un grave pericolo per la salute, sia per le polveri fini che essi emanano, sia per il rumore, sia per incidenti che causano menomazioni o addirittura morti. I fuochi d’artificio possono causare incendi: non è prevedibile dove il materiale bruciato, ma ancora incandescente, possa cadere. I fuochi d’artificio terrorizzano gli animali e possono causarne il loro ferimento e la loro morte anche in modo atroce. Ogni anno, durante lo sparo dei fuochi d’artificio, gli animali domestici e selvatici vengono spaventati a morte. Scappano all’impazzata, senza sapere più dove vanno, diventando un pericolo per se stessi e per gli umani con il rischio di incidenti».

Fin qui abbiamo divulgato quanto dichiarato da alcuni vogheresi che considerano la Sensia la vera festa di Voghera, ma che hanno idee diverse sul momento storicamente clou: i fuochi d’artificio, ma se andiamo a fondo nell’argomento noteremo che trovare una soluzione definitiva è tutt’altro che semplice. I giochi pirotecnici per la Sensia sono belli da vedere e molta gente li attende anno dopo anno, augurandosi di non doversi allontanare troppo dal posto dove si svolge la festa per poter ammirare da vicino i fuochi in cielo. Ma è anche vero che tutto ciò può creare fastidio ad altri vogheresi che non gradiscono il rumore, l’inquinamento che i fuochi provocano e che non sopportano il problema che i fuochi causano agli animali.  E così via tanti altri fattori influenzano la scelta della via che potrebbe farci avvicinare alla soluzione definitiva. Trovarne una che accontenti tutti non sembra essere così semplice, voi cosa ne pensate?

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari