Mercoledì, 21 Febbraio 2018

STRADELLA - "SIAMO UN BEL GRUPPO DI PERSONE SOCIEVOLI E SIMPATICHE"

Il Lions Clubs International è un'associazione umanitaria fondata nel 1917. Si compone di club i cui soci devono essere maggiorenni e godere di buona reputazione nella comunità di cui fanno parte e sono associati per invito. Il motto dell'associazione è "We serve", che in italiano significa "Noi serviamo". Il termine Lions nel nome dell’associazione deriva dal nome di una delle associazioni benefiche che nel 1917, insieme ad altre, diede vita all'attuale Associazione di Servizio. Successivamente fu coniato uno slogan utilizzando le iniziali "Liberty, Intelligence, Our Nation's Safety" (Libertà, intelligenza, sicurezza della nostra nazione). Il nome Lions non rappresenta solo fratellanza, amicizia, forza di carattere e propositi, ma soprattutto le lettere che compongono il nome annunciano al paese il vero significato dell'impegno verso la comunità. L'emblema è costituito da una lettera "L" d'oro inscritta in un'area circolare blu con due teste di leone, rivolte una a destra e un'altra a sinistra a simboleggiare la fierezza di quanto fatto in passato e la fiducia nel futuro.

Sono presenti anche associazioni giovanili denominate Leo club. E proprio di questo gruppo giovani fa parte Alberto Pisani, ventenne stradellino, che è da luglio il nuovo presidente del Club Stradella Broni.

Da quanto tempo esiste il gruppo giovani?

"Da molto tempo… circa 50 anni, ma si è fermato per un certo periodo…e abbiamo rifondato il gruppo più o meno sette/otto anni fa. Attualmente sono il Presidente, ma i ruoli cambiano ogni anno".

Quando ha iniziato a far parte di questo gruppo?

"Frequentavo la seconda liceo, è ormai tanto tempo!".

Come mai questa scelta?

"Semplicemente perché mio padre faceva già parte dei Lions, il gruppo dei soci più grandi, e di conseguenza, appena ho avuto l'età giusta, sono entrato nei Leo. Poi mi è piaciuto molto e ci sono sempre rimasto".

Com'è essere il Presidente?

una carica strana! Ci si sente un po' importanti… Questi primi mesi sono stati belli, posso dire che l’esperienza è senza dubbio positiva".

A cosa vi dedicate?

"Il nostro gruppo fa beneficenza. I Leo e i Lions sono presenti in tanti distretti in tutto il territorio nazionale e all’interno dei distretti ci sono i vari club, come per esempio il nostro, Stradella-Broni oppure Pavia o Vigevano. Ci sono i service a livello nazionale e quelli a livello distrettuale, che sono obbligatori per tutti i club e poi altri generi di service che sono decisi direttamente e indipendentemente dai vari club così come l'associazione a cui si decide di devolvere i ricavati, sono a scelta proprio dei club".

Quest'anno a chi andrà la vostra beneficenza?

"è stata una mia decisione, in accordo naturalmente con tutto il mio club, e devolveremo tutto all’associazione per la ricerca contro la leucemia".

Organizzate molti eventi?

"Abbiamo fatto una cena sociale proprio poche settimane fa, che tra l’altro è riuscita molto bene perché eravamo più di 80 persone, e poi faremo più avanti, verso fine febbraio o inizio marzo, una serata alla discoteca Club House di Salice Terme, un corso di fotografia con gara finale durante la cena di chiusura di fine stagione e un quizzettone".

Durante questi service qual è il vostro ruolo?

"Dipende da service a service. La cena fatta poco tempo fa, per esempio, riguardava la presentazione di due tipologie di spumantizzazione per i vini. Abbiamo quindi chiamato un sommelier che ha esposto le due tecniche e abbiamo fatto fare una gara a tutti i partecipanti. Durante la serata è stato proposto un menu enogastronomico di varie portate con prodotti tradizionali e una selezioni di vini, spiegati, appunto dal sommerlier. Al Club House faremo una festa in discoteca. Non c’è una vera e propria metodologia da seguire… dipende dal genere di service. L’aspetto più importante è sempre il risultato finale… e la beneficenza che possiamo così fare".

Vi trovate periodicamente per riunioni?

"Sì, una volta al mese e facciamo piccole riunioni in cui decidiamo cosa fare. Le decisioni sui service di solito sono a inizio anno, però possono saltar fuori altre questioni e magari integriamo il programma. La nostra sede ufficiale e legale è presso il Liros a Stradella, ma in realtà ci troviamo in diversi luoghi, dipende dalla disponibilità di tutti noi soci.  Siamo abbastanza versatili in questo".

Siete in tanti nel gruppo?

"Siamo in 18 attualmente. Negli anni il numero è sempre aumentato. Quando abbiamo ricominciato anni fa eravamo in 7/8… quindi direi che stiamo andando bene".

Come definirebbe il vostro gruppo?

"Direi affiatato! Siamo un bel gruppo di persone socievoli e simpatiche… Il più piccolo ha sedici anni e il più grande trenta. Nonostante età diverse andiamo molto d’accordo e la disponibilità è molto ampia. Le idee che vengono fuori sono sempre positive, ognuno dice la sua e poi mettiamo insieme il tutto".

  1. Primo piano
  2. Popolari