Mercoledì, 19 Febbraio 2020

OLTREPÒ PAVESE - "ROSE DI SALAME DI VARZI CON INVOLTINI DI PEPERONE". NATALE CON I SAPORI DELL’OLTREPÒ di Gabriella Draghi

Ci siamo, mancano pochi giorni a Natale, ecco che diventa impellente la necessità di mettere a punto il menù natalizio e di cominciare a cercare le ricette giuste che ci permettano di fare bella figura senza spendere molto. Il pranzo di Natale è uno dei momenti più aspettati delle feste. E se il tradizionale cenone è il momento dell’attesa, della sorpresa e del mistero, il pranzo del 25 dicembre è dedicato alla famiglia, alla convivialità, al buon cibo e agli affetti. Il compito dovrebbe essere piuttosto piacevole, specie se amiamo il cibo, i pranzi e le cene in compagnia. Questo però non toglie che organizzare il menu con le relative ricette di Natale richiede un discreto impegno: con la casa piena di ospiti, cenone della vigilia e pranzo di Natale devono essere curati nei minimi dettagli. Insomma, anche se non siete grandi amanti della cucina stavolta è il vostro turno: dovrete mettercela tutta per portare in tavola un pranzo perfetto! Primo obiettivo: eliminare l’ansia da prestazione. Come? Facendo tutto con molto amore e semplicità. Io vi propongo un menù natalizio completo e sfizioso che,  utilizzando gli ingredienti della stagione e del territorio, non vi farà spendere molto e stupirà piacevolmente i vostri ospiti! Le ricette sono di semplice esecuzione e di grande effetto. Spero che possiate utilizzarle al meglio con l’augurio di un Natale sereno e ricco di amore e felicità. 

Rose di Salame di Varzi con involtini di peperone

rose di salame: 

Ingredienti per 6 persone:

per la pasta brisée:

180 g di farina 00

90 g di burro

40 g di acqua molto fredda

3 g di sale

oppure

1 rotolo di pasta brisé già pronto

100 g di ricotta

100 g di caprino

1 cucchiaino di semi di finocchio

6 steli di erba cipollina

100 g di salame di Varzi

6 fiori di cappero 

Come si preparano:

la pasta brisée può essere preparata manualmente in una ciotola oppure con un mixer. Tagliamo il burro a tocchetti e impastiamolo insieme alla farina, aggiungiamo il sale e infine l’acqua, nella quantità necessaria a creare un impasto omogeneo. Formiamo una palla, la avvolgiamo con pellicola trasparente e la lasciamo riposare per circa un’ora in frigorifero, poi la stendiamo su un tagliere con il mattarello ad uno spessore di circa 5 mm ma senza surriscaldarla troppo, altrimenti si sgretola. Utilizzando uno stampino circolare, ricaviamo dalla pasta brisée 6 cerchi , foderiamo 6 pirottini e bucherelliamo il fondo della sfoglia con una forchetta.

Li adagiamo su una teglia e li cuociamo in forno caldo a 200°C per 10 minuti. Lasciamo raffreddare le nostre tortine. Ora ci dedichiamo al ripieno. Setacciamo la ricotta e il caprino e li mescoliamo in una ciotola con i semi di finocchio e l’erba cipollina tritata.

Spalmiamo la crema ottenuta sulle tortine. Pieghiamo a metà le fette di salame,  le arrotoliamo a cono e le inseriamo nella base di formaggio esercitando una leggera pressione con il dito al centro del cono in modo da formare una rosellina. Ne mettiamo 3 per ogni tortina. Guarniamo ogni tortina con un fiore di cappero al centro, togliamo il pirottino e impiattiamo.

Involtini di peperone 

Ingredienti per 6 persone:

1 peperone rosso

1 peperone giallo

100 g di tonno sott’olio

1 cucchiaio di maionese

4 alici sott’olio

1 cucchiaino di capperi dissalati

1 ciuffetto di prezzemolo

sale

olio extravergine d’oliva 

Come si preparano:

laviamo i 2 peperoni e li abbrustoliamo nel forno a 180° per 30-40 minuti, secondo la grandezza. Li facciamo raffreddare in un sacchetto di carta, poi li spelliamo, li priviamo del picciolo e dei semi e li dividiamo ognuno in 4 falde. Tritiamo ora il tonno con le alici e i capperi e li trasferiamo in una terrina, uniamo il prezzemolo tritato e leghiamo il composto con la maionese.

Distribuiamo la farcia su ogni falda di peperone e la arrotoliamo a involtino. Adagiamo gli involtini su di un piatto da portata, saliamo leggermente ed irroriamo con un po’ d’olio extravergine d’oliva.

di Gabriella Draghi 

 

 

  1. Primo piano
  2. Popolari