Martedì, 19 Novembre 2019

RISO VENERE CON GAMBERETTI, SALMONE, CECI E ZUCCHINE : CHEAP BUT CHIC PIATTI GOLOSI E D’IMMAGINE AL COSTO MASSIMO DI 3 EURO! di Gabriella Draghi

Sugli scaffali dei supermercati oltre al riso dai chicchi bianchi classici se ne trovano oramai di diversi tipi, tra cui il riso nero che ha origini cinesi. I progenitori di questo riso sono infatti nativi della Cina, dove, fino al XIX secolo, venivano coltivati esclusivamente come cibo destinato all’alimentazione dell’imperatore e della corte reale. 

Una delle varietà più diffuse da noi è la varietà italiana Venere, che è coltivata da tempo nella zona della Pianura Padana, in particolare in Piemonte, ed anche  nella Valle del Tirso in Sardegna. Com’è deducibile, il nome “Venere” si ricollega al simbolismo mitologico; per la precisione, fa riferimento alla ben nota Dea Romana dell’amore, della bellezza e della fertilità. Tale analogia è giustificabile dal fatto che, in passato, il riso nero era considerato un potente afrodisiaco. Questa convinzione promosse la nascita di un ulteriore sinonimo, ovvero “riso proibito”.

Profumato e saporito, è una varietà di riso integrale molto pregiata ricca di tante proprietà benefiche. Viste le sue virtù, può essere considerato un vero e proprio integratore naturale. È ricco, infatti, di vitamine, minerali, antiossidanti e altri nutrienti, utili per il buon funzionamento dell’organismo. Il riso Venere è quindi uno scrigno di benessere. Dopo la cottura e il suo raffreddamento fornisce “amido resistente” che si comporta in maniera simile alle fibre, aiuta a mantenere e sviluppare la flora batterica intestinale, favorendo la crescita dei batteri “buoni”. Ha poi il vantaggio di non contenere glutine, quindi può essere consumato tranquillamente anche da chi soffre di intolleranze. Inoltre, è amico del buonumore, cioè grazie alla sua ricchezza di vitamine del gruppo B, di minerali come il magnesio e il potassio e di triptofano, contrasta la stanchezza e lo stress, favorendo il benessere psicofisico. L’unico problema è che ha un tempo di cottura superiore alle altre qualità di riso. Va lessato in acqua fredda e richiede circa 45 minuti di cottura prima di qualsiasi preparazione.

Questo mese, essendo ancora in piena estate e desiderando mangiare cose fresche, noi utilizzeremo questo prezioso ingrediente per preparare un gustosissimo piatto freddo in abbinamento con pesce, legumi e verdure.

Come si prepara:

Dobbiamo  innanzitutto mettere a bollire una pentola con abbondante acqua salata; quando sarà ad ebollizione, versiamo  il riso e lo lasciamo  cuocere per 45 minuti. Nel frattempo sbollentiamo in pochissima acqua per 3 minuti i gamberetti , li passiamo sotto l’acqua fredda per bloccarne la cottura e li sgusciamo.

Quando il riso sarà pronto, lo scoliamo, lo passiamo  velocemente sotto l’acqua fredda, poi lo versiamo in una capiente ciotola e lo condiamo con 4 cucchiai d’olio. Tagliamo ora a dadini il salmone e a metà i gamberetti in senso longitudinale per ottenerne due parti più sottili. Uniamo il pesce al riso e mescoliamo. Con una mandolina, tagliamo la zucchina a julienne, tritiamo finemente la cipolla e il fiore di zucchina e uniamo il tutto al riso mescolando bene.

Aggiungiamo i ceci ,il timo e la maggiorana tritati. Aggiustiamo di sale e versiamo sul tutto il succo di limone e 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Mescoliamo e serviamo in tavola. Buon appetito e buon Ferragosto!

You Tube Channel  “Cheap but chic”. Facebook page “Tutte le tentazioni”. 

Riso Venere con gamberetti, salmone, ceci e zucchine 

Ingredienti per 3 persone:

300 g di riso Venere

150 g di salmone affumicato in un unico trancio

12 gamberetti di medie dimensioni

1 zucchina giovane

1 fiore di zucchina

1 fetta di cipolla dolce

3 cucchiai di ceci lessati

il succo di un limone

un rametto di origano e uno di maggiorana

olio extravergine d’oliva

sale

di Gabriella Draghi

  1. Primo piano
  2. Popolari