Sabato, 17 Novembre 2018

OLTREPÒ PAVESE - NASCE CANTINA URBANA, DOVE SI FA VINO A MILANO. POSSIBILITÀ PER CLIENTI DI CREARSI IL PROPRIO 'BLEND'

Inaugura oggi a Milano 'Cantina Urbana' con l'obiettivo di produrre vino in città direttamente in cantina da uve acquistate da contadini di fiducia che siano espressione autentica del territorio, lombarde o siciliane, devono essere pregiate e dalla personalità forte. I clienti potranno quindi vedere tutte le fasi della produzione, acquistarlo e berlo sul posto. 
Comune denominatore di tutti i fornitori è il rispetto del protocollo "Cantina Urbana" in chiave di sostenibilità perché tutti i vini devono essere a produzione artigianale, con bassissimo contenuto di solfiti. L'idea è di Michele Rimpici, ex manager di Signorvino da 15 anni nel settore. "L'obiettivo di Cantina Urbana - spiega - è mettere in contatto il mondo del vino artigianale e di qualità con la realtà metropolitana più vivace in Europa. Consentendo agli appassionati di vedere da vicino la la vinificazione, effettuata direttamente da noi", E se tutte le grandi cantine hanno dalla loro terroir e tradizione, il patrimonio di Cantina Urbana è “di avere un grande network di vignaioli italiani uniti dalla stessa filosofia. Partecipano al nostro collettivo usando il nostro protocollo. Cerchiamo vignaioli artigianali, senza per forza certificazioni bio, ma ci piace che usino il meno chimica possibile in cantina.” Alla solita domanda sui solfiti sì, no, forse risponde: “Ovviamente tendiamo a utilizzare un basso dosaggio di solfiti, ma questo ovviamente dipende dal vino: il nostro standard è sotto i 100 mg a litro per i rossi, con le uve bianche si fa più fatica, ma ci proviamo. La cosa importante è che conosciamo chi produce le uve: grandi quantitativi di solfiti spesso vengono utilizzati nei vini di grande distribuzione e che hanno delle uve di bassa qualità.”

Nel locale che sorge lungo il naviglio Pavese ci sono una pigiatrice, un' imbottigliatrice, tini in acciaio e botti in legno, ma anche le anfore di terracotta, che puntano a valorizzare il tradizionale processo di vinificazione. Il primo vino di Cantina Urbana, con uve Croatina e Barbera, è in cantiere: si chiamerà Naviglio Rosso e verrà invecchiato in anfore di terracotta. Nel frattempo sono comunque in vendita vini di altri produttori e ai clienti viene però anche la possibilità di crearsi un blend personale, sulla base dei propri gusti e delle proprie esigenze oppure far affinare le "selezioni" create in precedenza così come far realizzare etichette ad hoc. E dopo aver scelto il vostro vino, e deciso di berlo proprio in Cantina, potrete accompagnare il tutto con dei taglieri di grandissima qualità: il pane ad esempio arriva da Cascina Sant’Alberto - diverse tipologie tutte a base di lievito madre - i formaggi sono de Il Boscasso (Ruino) e i salumi di Cinta Senese.

Ediltecno_mezza_PIEDONE-10-(3) pedretti_piedone-copia rossimarzo-piedone desimoni-luglio rossi-dentista
  1. Primo piano
  2. Popolari