Lunedì, 16 Luglio 2018

RITIRO IMMEDIATO ACQUA MINERALE PER CONTAMINAZIONE DA IDROCARBURI - STOP ALLA VENDITA

Nelle scorse ore il Ministero della Salute ha diffuso un avviso di ritiro immediato dell'acqua minerale San Benedetto prodotta da Gran Guizza SpA. L'allerta è scattata l'11 giugno e riguarda un potenziale rischio chimico per i lotti che vi abbiamo indicato. Il richiamo, avvenuto su indicazione dello stesso produttore, è scattato a causa della constatazione della «presenza consistente di contaminanti Idrocarburici». Nel comunicato sono state indicate sostanze come xilene, etilbenzene, trimetilbenzene e toluene. Il gruppo San Benedetto ha precisato che «il richiamo si riferisce solo ed esclusivamente all'acqua minerale Fonte Primavera ed imbottigliata presso lo stabilimento di Popoli con il nome San Benedetto e limitatamente al lotto indicato. Si garantisce, dunque, l'assoluta purezza per tutti i prodotti e i lotti non indicati nella comunicazione». La società ha assicurato che «sta collaborando con le Autorità competenti per l'accertamento delle eventuali cause e la risoluzione della problematica». (agg. di Silvana Palazzo)

SAN BENEDETTO RICHIAMA ACQUA PER IDROCARBURI

Il Ministero della Salute ha pubblicato sul proprio sito un nuovo avviso di ritiro immediato di prodotto alimentare dagli scaffali di supermercati e negozi. Nel mirino vi è l’acqua minerale confezionata, e precisamente la San Benedetto prodotta da Gran Guizza S.p.a. Stando a quanto spiega il Ministero, l’allerta è scattata nella giornata di lunedì scorso, 11 giugno 2018, e riguarderebbe non tutte le bottiglie prodotte dalla nota azienda indistintamente, bensì solamente quelle da mezzo litro confezionate in plastica, identificabili dal numero lotto 23LKB6137E, con scadenza al 16 novembre del 2019, e prodotte nello stabilimento di Popoli di Via Statale 17, in provincia di Pescara (Abruzzo). Perché questi prodotti sono stati richiamati? Per via del loro rischio chimico.

“PRESENZA CONSISTENTE DI CONTAMINATI IDROCARBURICI”

Pare infatti che dopo accurate indagini il Ministero della Salute abbia appurato, su indicazione tra l’altro dello stesso produttore, la «presenza consistente di contaminanti Idrocarburici», ed in particolare delle sostanze xilene, etilbenzene, trimetilbenzene e toluene. Per evitare possibili problemi, si consiglia quindi di controllare subito eventuali acque Gran Guizza da mezzo litro, e il numero di lotto, evitando di consumarle. L’azienda, parlando a Il Fatto Alimentare, ha specificato che: «La decisione è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici».

Ediltecno_mezza_PIEDONE-10-(3) VETRERIA-GHI-E-CASANOVA-SU-VOGHERA-copia-(2) pedretti_piedone-copia rossimarzo-piedone BARBIERI-copia desimoni-luglio jardin-luglio zava-in-festa-piedone rossi-dentista maggi-luglio salix-maxi-pede
  1. Primo piano
  2. Popolari