Domenica, 05 Aprile 2020

OLTREPÒ PAVESE –«LE ECCELLENZE IN PROVINCIA DI PAVIA, OSSIA STRADE COLABRODO, FRANE E DISAGI LE PERSONE INTERESSANO SOLO AL MOMENTO DELLE ELEZIONI PER IL RESTANTE TEMPO NON CONTANO» lettera al Direttore

"Egregio Direttore, le scrivo per far conoscere le ECCELLENZE in provincia di Pavia, ossia STRADE colabrodo, FRANE e DISAGI che vanno a beneficio degli utenti per non dire della popolazione intera.

Mi sembra che nessuno e ripeto nessuno, pensi ai DISAGI che la popolazione deve subire senza alcuna possibilità di intervenire, ma quello che più mi fa arrabbiare è che non esiste un responsabile nella pubblica amministrazione ed è chiaro che poi tutto ricade sui politici in carica (responsabili anche di avere dei tecnici incapaci).

La mancata manutenzione delle strade porta inevitabilmente al dissesto del manto stradale e tenendo conto che la manutenzione ordinaria costa poco... forse è per questo motivo che si evita di farla.

Altra questione più grave riguarda il capitolo Frane. Mi riferisco all’ultima frana nella strada provinciale Varzi - Fabbrica Curone.

Nello stesso punto 5 anni fa si è verificato un evento franoso. Strada chiusa 4 mesi e DISAGI a non finire senza contare i soldi pubblici buttati. Indipendentemente da quanto speso, nessuno si è preoccupato di limitare il disagio (tanto questo non ha prezzo, è gratis). In tutte le altre Provincie d’Italia la priorità di fronte ad eventi calamitosi è quello di alleviare e ridurre il più possibile il disagio che l’evento causa.

Se questo aspetto non è una prerogativa dei tecnici lo deve essere della parte politica, ma a qualcuno non importa, mi auguro solo che ora si facciano progetti di sistemazione meno ridicoli del precedente.

La frana è avvenuta verso metà Dicembre, ora a distanza di 2 mesi non si vede alcun intervento se non quello di mettere divieti e chiudere il tratto interessato... e il DISAGIO PERMANE.

Non pensano di adottare provvedimenti tampone per eliminare il disagio creando un percorso e/o una sistemazione provvisoria per permettere agli utenti di passare senza far fare un giro turistico dell’Appennino.

Devo ammettere che è preferibile lasciare il  DISAGIO che affrontare responsabilmente la questione in tempi brevi e con competenza. Le persone interessano solo al momento delle elezioni per il restante tempo non contano. Non aggiungo altro.

 G.T.  - Varzi"

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

  1. Primo piano
  2. Popolari