Venerdì, 29 Maggio 2020

OLTREPÒ PAVESE «SELFIE A SE STESSI O AI PIATTI... ANCHE A NATALE» lettera al Direttore

"Egregio Direttore, molti, in questi anni, sono stati i cambiamenti nelle abitudini di vivere il Natale. Il primo ingrediente che si apprezzava tanto a Natale era il ritrovarsi insieme, ed era l’ingrediente essenziale; si aspettava con l’acquolina in bocca il gustoso pranzo, cucinato con tanta abilità, pazienza e amore dalla mamma o dalla nonna. Si aspettava il tenero momento della poesia recitata dai più piccoli e non ultimo si aspettava di poter trascorrere parecchie ore in compagnia di tutta la famiglia, in un’atmosfera “magica”, diversa dal solito: allegra, malinconica, ricordando il passato, progettando il futuro, aggiornandosi su eventi o sulla salute di parenti e amici, a volte discutendo, magari animatamente, ma comunque ci si parlava. Oggi invece, anche durante il pranzo di Natale, capita spesso che ognuno si isoli con in mano il cellulare, facendosi i fatti propri, scattando selfie a se stesso o ai piatti, per postarli in tempo reale sui social (guai non far sapere agli amici virtuali cosa si mangia, quando e con chi), inviando messaggi e video anche ad altri seduti alla stessa tavola. Davvero deprimente e preoccupante: si è perso il senso dello stare insieme e guardarsi negli occhi mentre appunto si parla, sia di leggerezze che di argomenti più seri.

Purtroppo è un modo di fare sia dei ragazzi che di molti adulti. Un comportamento che denota innanzitutto mancanza di rispetto per i commensali, oltre a non saper più apprezzare il piacere della compagnia.

Carlo Castagnola - Casteggio"

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari