Mercoledì, 11 Dicembre 2019

VOGHERA - ATTIVATO IL BONUS ASSISTENTI FAMILIARI

“Bonus Assistenti Familiari” al via. Regione Lombardia ha attivato il Bonus Assistenti Familiari finalizzato a diminuire le spese previdenziali per le famiglie maggiormente vulnerabili che ricorrono alla possibilità di accedere alle prestazioni di assistenti familiari qualificati e con forme contrattuali in linea con la normativa. Per l’ambito distrettuale Voghera e Comunità Montana Oltrepò Pavese sono stati assegnati 18.550 euro. Il Comune di Voghera, in qualità di ente capofila del Piano di Zona dell’ambito distrettuale Voghera e Comunità Montana Oltrepò Pavese, ha approvato l’istituzione del Registro territoriale degli assistenti familiari. Il Registro territoriale degli Assistenti familiari raccoglie i nominativi delle lavoratrici/dei lavoratori che, in possesso dei requisiti previsti dalla L. R. n. 15/2015, intendono proporsi alle famiglie come assistenti familiari per l'attività di cura e assistenza.

«Come Comune abbia approvato già da tempo l’istituzione del registro delle badanti, un’iniziativa che mette in contatto le assistenti familiari e i cittadini che necessitano di un servizio per sé stessi o per un componente delle propria famiglia. Il registro è un’ulteriore azione espressione di attenzione alle fasce deboli», commenta l’assessore ai Servizi Sociali Simona Virgilio.

Il Bonus Assistenti Familiari prevede un contributo calcolato sulle spese previdenziali della retribuzione all’assistente familiare. Il destinatario è il datore di lavoro che sottoscrive il contratto dell’assistente familiare, sia esso la persona assistita o altro componente di famiglia vulnerabile con presenza di persona fragile, non obbligatoriamente convivente, in possesso di:

- ISEE uguale o inferiore a € 25.000 - Contratto di assunzione di Assistente familiare - Residenza in Lombardia da almeno 5 anni La persona assistita, se non corrispondente al datore di lavoro, deve essere ugualmente residente in Lombardia da almeno 5 anni. L’assistente familiare deve: - essere iscritto nel registro territoriale degli assistenti familiari

- possedere un contratto di lavoro formalizzato Il contributo regionale è assegnato fino a un massimo di 1.500 euro annuo.

I destinatari in possesso dei requisiti possono presentare domanda esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it. Il contributo viene assegnato al distretto Voghera e Comunità Montana Oltrepò Pavese, la domanda deve essere compilata online, i requisiti vengono verificati da Regione Lombardia e poi vengono erogati dal Comune di Voghera. Possono iscriversi al Registro tutte le persone, italiane e straniere, che sono in possesso dei seguenti requisiti:

- compimento del 18° anno d'età;

- certificato di iscrizione anagrafica al Comune di residenza;

- titolo di soggiorno valido ai fini dell'assunzione per lavoro subordinato per i cittadini extracomunitari;

- per i cittadini stranieri: diploma di scuola secondaria di primo grado conseguito in Italia per attestare la conoscenza della lingua italiana di livello A2 oppure certificazione della conoscenza della lingua italiana almeno di livello A2, conseguita da uno degli enti certificatori riconosciuti dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca o dai

Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA) o precedentemente dai Centri Territoriali Permanenti (CTP); - autocertificazione circa l'assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso; essere in possesso alternativamente dei seguenti requisiti: - titoli di studio o di formazione in campo assistenziale o sociosanitario (con relativa traduzione asseverata da una Autorità italiana) conseguiti negli Stati membri dell'Unione europea; - attestati afferenti percorsi di formazione in ambito assistenziale o sociosanitario riconosciuti, realizzati da enti accreditati in altre Regioni o Province Autonome con un monte ore minimo pari a 160 ore; - attestato di competenza con valenza di qualifica Ausiliario Socio Assistenziale (ASA) e Operatore Socio Sanitario (OSS), rilasciato a seguito di corsi riconosciuti dalla Regione; - attestato di competenza di Assistente familiare rilasciato a seguito del percorso formativo, nell’ambito del sistema di formazione professionale regionale, di cui alla l. r. 6 agosto 2007, n. 19; - avere svolto un’attività lavorativa in Italia nel campo dell'assistenza familiare di almeno 12 mesi effettuati nell’arco temporale di 2 anni, certificata da regolare contratto di lavoro e dalla copia dei versamenti dei contributi di legge. Informazioni possono essere richieste telefonicamente al numero 0383/336478.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari