Mercoledì, 23 Ottobre 2019

“MENCONICO NEI GUAI” lettere al Direttore

"Egregio sig. Direttore, con la nomina dell'avvocato di parte abbiamo appreso improvvisamente che il Comune di Menconico è stato trascinato in Tribunale da un privato per danni provocati da infiltrazioni di acqua provenienti da una piazzola di proprità del Comune. All'improvviso perché, pur essendo un consigliere comunale in carica, mai il Consiglio è stato informato di questo "contenzioso" che ora vengo a sapere essere in corso dal 2016. Da una attenta lettura dei documenti forniti, la questione risulta essere assai pericolosa per le casse del Comune che, se fosse ritenuto colpevole come lo stesso Comune ammette, dovrebbe sborsare un sacco di quattrini (perizie, controperizie, avvocati, spese giudiziarie e danni alla parte lesa). La questione è stata presa molto alla leggera dagli uffici comunali che non hanno reagito con l'accortezza e la sollecitudine che un siffatto evento richiedeva. Una serie di notizie risalenti a molti anni addietro evidenzia anche in questo caso la gravissima "mala gestio" del Comune. La piazzola di proprietà comunale è da decenni nell'elenco dei beni alienabili: dunque se una persona manifesta l'intenzione di acquistare e si trova l'accordo, si procede alla vendita. I proprietari del fondo ora danneggiato ne fecero richiesta nel 1999 (sindaco allora era lo stesso di oggi) e, nonostante il Consiglio comunale avesse espresso parere favorevole, non successe nulla. La richiesta fu nuovamente inoltrata nel 2003 (sindaco allora era lo stesso di oggi) e, nonostante il Consiglio comunale avesse nuovamente espresso parere favorevole, non successe nulla. Poi, a seguito della richiesta danni, nel 2016 il Comune dispose il rifacimento della pavimentazione (spesa Euro 5.500) nonostante l'area fosse tra i beni da alienare. Se il Comune avesse venduto l'immobile quando era stato richiesto, avrebbe perseguito un obiettivo, avrebbe incassato un corrispettivo e dalla data della vendita tutti i problemi successivi sarebbero stati dei nuovi proprietari: nessuna ulteriore spesa a carico del Comune. Ora invece, oltre alla spesa della pavimentazione, rischiamo di dover pagare tra avvocati, perizie e danni materiali, un'ingente somma di denaro, un dramma per il nostro magro bilancio. Tra poche settimane i cittadini di Menconico avranno ancora una volta la possibilità di porre fine ad anni di cattiva gestione, come anche questo caso evidenzia, togliendo la fiducia all'attuale sindaco. 

Alessandro Callegari"

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari