Martedì, 19 Marzo 2019

STRADELLA: QUEI BOTTI «INSANI» CHE ACCOMPAGNANO IL CAPODANNO

"Signor Direttore, «Semel in anno licet insanire» è un detto latino che tradotto significa come, una volta all’anno sia lecito fare cose pazze, uscire dalle usuali abitudini. Nella ricorrenza del Capodanno molti applicano questo detto festeggiando con fuochi e botti, ma il rito sta raggiungendo livelli sempre più esagerati! Un conto sono i fuochi pirotecnici un conto vere e proprie esplosioni, bombe carta che oltre a terrorizzare animali spaventano sinceramente anche gli uomini. Per non parlare di chi, anziano e magari alle prese con malanni, deve sopportare a lungo rumori assordanti e reiterati che assomigliano più a battaglie che feste. Forse è giunto il momento di fare una riflessione comune, sensibilizzare familiari e amici per contenere gli spari ben sapendo che non bastano le ordinanze dei sindaci, come pure rilevato dalla stampa, per convincerci a... insanire sì, ma con un certo giudizio!

Carla Faravelli - Stradella"

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

agierre-marzo quarto-serteca TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani ASM-INTERA panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari