Venerdì, 15 Novembre 2019

IN OLTREPÒ, ANNUNCI E SCRITTE ESPOSTI OVUNQUE SENZA PERMESSO

"Gentile Direttore, «I proprietari dei cani che insozzano i marciapiedi sono pregati di raccogliere le loro deiezioni!», «Fate sporcare i cani a casa vostra!», «Partecipate al salto della cacca!», «Il vero maleducato sei tu e non il tuo cane!», sono solo alcuni degli avvisi, e tra questi ho citato solo quelli con i toni meno violenti, che potete leggere semplicemente alzando lo sguardo dal marciapiede mentre passeggiate. Accanto a questi possiamo provare la nostra vista con i numerosi avvisi di vendita di case, di ricerca di terreni, di manifestazioni per l’oratorio,  di spettacoli teatrali o mostre fotografiche, gatti smarriti, morti del giorno, avvisi di sospensione del gas, avvisi di elezioni, di acqua pubblica o privata, pedibus… insomma muri, cassonetti, cancelli, pali della luce, inferriate sono «addobbate» a festa con migliaia di avvisi, comunicazioni e intimidazioni. Concludo con una citazione non troppo  poetica: «Chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico, vende o distribuisce o mette comunque in circolazione scritti o disegni, senza avere ottenuto l’autorizzazione richiesta dalla legge, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 51 a euro 309 (art. 633 del Codice penale)». Giusto per avvisare, ben inteso, senza minacce!        

Mauro Campagnoli - Voghera"

n.b. foto di repertorio 

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari